FIAT Panda vs Volkswagen Up!: superutilitarie dai costi e consumi ridotti

FIAT Panda vs Volkswagen UP!: simili per prezzi e consumi, i due modelli rappresentano un riferimento per il segmento.

La FIAT Panda (2012) e la Volkswagen UP! (2011) sono due modelli di superutilitaria, ovvero city car dalle dimensioni contenute. Si inseriscono nello stesso segmento di mercato, in quanto presentano molte caratteristiche in comune, sia dal punto di vista tecnico che economico.

Motorizzazioni e consumi

La gamma di motorizzazioni FIAT Panda è discretamente ampia, derivante dalla combinazione di tre diversi motori declinati in differenti tagli di potenza: il due cilindri da 0.9 litri TwinAir Turbo (da 85 CV e 90 CV), il 4 cilindri in linea da 1.2 litri FIRE da 69 CV – entrambi a benzina – e il diesel Multijet da 1.3 litri, disponibile nelle versioni da 75 CV, 80 CV e 95 CV. Il 1.2 litri è offerto anche nella variante bi-fuel benzina/GPL mentre il 0.9 litri Natural Power propone la doppia alimentazione benzina/metano.

Più lineare, invece, l’offerta della piccola tedesca prodotta a Bratislava. Di fatti, la gamma dei propulsori si limita al 1.0 litri MPI, un tre cilindri a benzina da 999 cc di cilindrata sviluppato in cinque tagli di potenza: 60 CV, 75 CV, 90 CV e 115 CV, cui si aggiunge la versione bi-fuel da 68 CV che abbina l’alimentazione a metano.

Sul fronte consumi Volkswagen Up! vince nettamente la sfida grazie alla versione bi-fuel a metano che è in grado di percorrere 31.2 km con un solo litro/kg di carburante; l’unico allestimento della Panda in grado di reggere il confronto è la versione sospinta dal Multijet da 95 CV, che può percorrere 27.8 km con un solo litro di gasolio. A onor del vero, va anche sottolineato come la Volkswagen abbia recentemente ampliato la gamma della Up! con una versione completamente elettrica (la Volkswagen e-Up! da 82 CV) che abbatte del tutto il consumo di carburante.

FIAT Panda vs Volkswagen Up!
Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/avenuautogroep/6072612796

I prezzi FIAT Panda e VW Up! a confronto

Come accennato, i due modelli ricoprono un range di prezzo quasi identico; l’allestimento più economico della Panda (1.2 Pop) viene venduto ad un prezzo di listino di 11.390 euro, una cifra molto vicina agli 11.000 euro necessari all’acquisto di un modello ‘base’ della Up! I modelli più costosi, invece, si collocano grosso modo su prezzi similari: poco meno di mille euro separano la Panda più costosa (17.550 euro) dalla Up! più cara in listino (16.650 euro).

Tecnologia e infotainment

Entrambi i modelli hanno beneficiato di un aggiornamento nel 2017. La versione più recente della Panda offre una connettività migliorata grazie all’utilizzo di U-Connect, abbinato agli allestimenti Lounge, Cross e 4×4 che include lettore MP3, comandi vocali, streaming audio e un supporto per lo smartphone, alloggiato in cima alla plancia, dal quale poter scaricare l’applicazione ‘Panda U-Connect’.

L’ultimo aggiornamento della Up! propone, invece, una connettività incentrata sull’app Maps+More. Dal punto di vista tecnico, però, il modello VW adotta la stessa soluzione: un supporto montato sulla plancia, in capo alla console centrale, per fare del proprio smartphone una sorta di computer di bordo dal quale gestire i dispositivi di infotainment senza dover pagare un extra per il computer di bordo.

Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/cgmca/8044417739

Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/avenuautogroep/6072612796

ultimo aggiornamento: 29-10-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X