Finanziamenti ai partiti, il Movimento Cinque Stelle presenta la sua proposta di legge alla Lega. E Conte chiama Matteo Salvini in Aula.

Di Maio approfitta del caso russo per andare a scavare nei finanziamenti ai partiti. Il premier Conte e il MoVimento Cinque Stelle chiamano Salvini in Aula per chiarire i fatti legati ai fondi della Lega. I pentastellati hanno colto la palla russa al balzo presentando alla Lega una proposta di legge per la formazione di una commissione di inchiesta che controlli i finanziamenti di tutti i partiti.

Fondi russi alla Lega, Conte chiama Salvini in Aula

Il giallo di fondi russi alla Lega resta tale anche dopo l’interrogatorio a Savoini, il quale si è avvalso della facoltà di non rispondere.

Il premier Conte, dopo aver preso le distanze da Salvini e chiarito che Savoini sia andato a Palazzo Chigi il 4 luglio perché invitato da un consigliere di Salvini, ha ribadito che il leader della Lega dovrebbe andare ai Aula a riferire. Almeno per rispetto delle istituzioni.

Giuseppe Conte
Roma 25/05/2018 – consultazioni Quirinale / foto Samantha Zucchi/Insidefoto/Image nella foto: Giuseppe Conte

Finanziamenti ai partiti, il Movimento Cinque Stelle avanza una proposta di legge per l’istituzione di una commissione di inchiesta

Il MoVimento Cinque Stelle ha presentato una proposta di legge per indagare sui fondi di tutti i partiti. L’idea originaria era del Partito democratico, che avevo chiesto la creazione di una commissione di inchiesta per fare luce sui fondi della Lega. I pentastellati hanno esteso la ricerca a tutti i partiti ma anche questo scenario non sembra convincere il Carroccio che si è riservato di leggere il testo prima di dare il suo via libera.

Va detto che le tempistiche per questa proposta di legge lasciano qualche sospetto. Il Movimento Cinque Stelle è un alleato che cerca la falla nel sistema Lega per provare a cambiare le sorti di un governo sempre più verde e meno giallo.

Camera dei deputati
Fonte foto: https://www.facebook.com/Cameradeideputati

L’attacco di Alessandro Di Battista

A chiarire il pensiero di (parte) del Movimento ci ha pensato Alessandro Di Battista, che ha dato a Salvini del bugiardo. Un bugiardo impegnato a mentire. Senza mezzi termini né diplomazia ma raccogliendo un pensiero particolarmente diffuso alla base dei Cinque Stelle.

Alessandro Di Battista
Fonte foto: https://www.facebook.com/dibattista.alessandro

La zampata del Pd

Inutile sottolineare come le opposizione politiche (Pd in prima linea) stiano provando ad assicurarsi la propria fetta di torta nella vicenda russa, attaccando una volta la Lega e una volta il Movimento Cinque Stelle, nella speranza di raccogliere qualche voto prezioso.

TAG:
primo piano

ultimo aggiornamento: 16-07-2019


Fondi russi, Salvini cede e riferisce in Aula. Il Pm: “Inutile sentirlo”

Dall’autonomia regionale al caso Moscopoli: Salvini nel mirino del M5s