La premier della Finlandia, Sanna Marin, ha dichiarato che nelle prossime settimane si deciderà sull’ingresso dello stato nella Nato.

Stando alle parole della premier della Finlandia, Sanna Marin, nelle prossime settimane potrebbero esserci degli importanti passi avanti per l’adesione della Finlandia nella Nato. Al termine dell’incontro odierno tenutosi a Stoccolma con Magdalena Andersson, la premier svedese, Marin ha dichiarato che sarebbe “positivo” se Svezia e Finlandia riuscissero a coordinarsi su una decisione mutuale legata all’adesione all’Alleanza.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le parole della premier della Finlandia

“Non posso indicare una data esatta, però la decisione sarà presa rapidamente. Sarà una questione di settimane piuttosto che di mesi. Queste le dichiarazioni di Sanna Marin, premier della Finlandia. “Abbiamo bisogno di avere una visione sul futuro ed usare questo tempo per analizzare e costruire una visione comune del futuro per quanto riguarda la sicurezza”, ha commentato ulteriormente Marin, asserendo che “sarebbe positivo se Finlandia e Svezia potessero adottare soluzioni simili riguardo alla Nato”.

In merito alle preoccupazioni legate all’ingresso della Finlandia nella Nato, considerando che la Russia è un Paese geograficamente vicino ai finlandesi, la premier Marin ha detto che “la Russia è nostro vicino, condividiamo una grande frontiera e vediamo come si è comportata con l’Ucraina. Questa è una guerra che l’Europa non voleva ma purtroppo è in atto, ha concluso la premier, che comunque ha anche ammesso che l’ingresso nella Nato potrebbe comportare dei “rischi”.

bandiera NATO
Bandiera Nato

Le parole della premier svedese

Non è solo la Finlandia a voler entrare nella Nato, ma anche la Svezia. La premier svedese Andersson ha fatto riferimento a questo, sottolineando la necessità di “analizzare la cosa con grande attenzione: bisogna soppesare i pro ed i contro all’adesione – ha commentato – è una situazione molto grave che dobbiamo trattare con molta serietà”. Allo stesso tempo, Andersson ha rassicurato gli animi, dicendo che “non c’è nessuna ragione per posporre questa decisione”. La stampa svedese ha rivelato l’idea di Andersson di annunciare la decisione della Svezia di chiedere l’adesione alla Nato entro giugno, quando si terrà a Madrid il vertice dell’Alleanza.

La reazione di Mosca

Nel frattempo, la Russia ha deciso di rafforzare il proprio gruppo militare che si trova al confine con la Finlandia. Putin ha però negato che l’ingresso di quest’ultima nella Nato possa comportare una minaccia per la sicurezza nazionale.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 13-04-2022


Ghost gun: cosa sono e perché fanno tremare gli Stati Uniti

Cosa vuole Putin per porre fine al conflitto?