L’ex ministro delle Finanze Vincenzo Visco attacca la proposta del centrodestra.

Possono presentarla e imbellettarla in mille modi, ma il messaggio è uno solo: meno tasse per i più ricchi. Va detto con chiarezza e ripetuto a voce alta da tutti, politici, media, accademici” dice l’ex ministro delle Finanze dei governi Prodi e D’Alema riguardo alla Flat tax. La proposta sul fisco inserita nel programma di centrodestra viene ribadita a gran voce da Salvini e Berlusconi soprattutto. Ma secondo gli esperti è inattuabile e infattibile dato il suo elevato costo.

La tassa piatta viene considerata dagli economisti costosa e inapplicabile. Ancor peggiore viene ritenuta quella proposta da Fratelli d’Italia, chiamata fake tax perché anche incostituzionale. L’obiettivo di rivoluzionare il sistema fiscale da parte della destra si rivela una riforma iniqua e molto dispendiosa. Quella di Salvini verrebbe a costare 30 miliardi di euro.

Pagamenti
Pagamenti

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Flat tax iniqua e irrealizzabile

Secondo l’economista Visco, la proposta della flat tax “è un messaggio inaccettabile e completamente fuori dal dibattito politico sulle tasse in corso in tutto il mondo” ma solo una “battaglia identitaria della destra che puntualmente riemerge ad ogni campagna elettorale, è sicuro che non si farà”. L’ex ministro ritiene quindi che sia solo una lotta di bandiera ma che in realtà non si concretizzerà ma è successo anche nei governi Berlusconi. Infondo, sanno che si tratta di proposte irrealizzabili.

Visco infine attacca la proposta di Meloni. “Quella di Fratelli d’Italia è la proposta peggiore di tutte: confusa, contraddittoria e pasticciata”. Secondo l’economista il motivo per cui la destra si concentra così tanto sulle tasse e sulle pensioni è perché si tratta di “argomento demagogico e populista quanti altri mai. La destra non è neanche tanto sofisticata da voler ingannare l’opinione pubblica nascondendo dietro le ricette anti-tasse la privatizzazione di scuola, sanità, previdenza. Vuole solo gettare fumo negli occhi”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 18-08-2022


Bce, Schnabel: “Preoccupazioni che avevamo a luglio non sono alleviate”

Superbonus, rischio sanzione a chi lo ha richiesto