Cos’è il forchettone della funivia, quando si usa e a cosa serve. E perché non doveva esserci sul Mottarone.

Il forchettone della funivia è uno degli elementi che potrebbe spiegare almeno un aspetto del drammatico incidente della funivia sul Mottarone. Una delle domande era legata al freno di emergenza: perché non ha funzionato? E la risposta è proprio il ‘forchettone’.

Incidente sulla funivia del Mottarone, cos’è il forchettone

Si tratta di una piastra in metallo che viene posizionata manualmente per tenere aperti i freni di emergenza. Quindi la piastra viene installata per disattivare il freno. La grande pinza impedisce al freno di chiudersi fermando la cabina in caso di emergenza. I freni che entrano in funzione all’arrivo delle cabine in stazione sono quelli ordinari. I freni di emergenza non vengono utilizzati nel corso della giornata. Se non in casi di emergenza, appunto.

Con la funivia in funzione e aperta al pubblico, il forchettone non deve essere installato, ovviamente. Il sistema viene utilizzato durante i lavori di manutenzione, principalmente. Ad impianto chiuso e fermo, solitamente.

Quando l’impianto è attivo, il forchettone si trova riposto nella stazione di partenza o in quella di arrivo. Sicuramente non deve essere installato sulla funivia.

Funivia
Funivia

Il freno manomesso per aggirare un’anomalia

Ma perché il forchettone era installato sulla cabina? Per aggirare un’anomalia segnalata dalla centralina dell’impianto. Il sistema segnalava un problema all’impianto frenante. Sono stati effettuati interventi di manutenzione ma che non si sono rivelati risolutivi. A quel punto, piuttosto che chiudere l’impianto, si è scelto di aggirare il problema installando il forchettone, appunto. In questo modo l’impianto non avrebbe chiuso per manutenzione e non si sarebbe fermato nel corso della giornata.

Mottarone, cosa sarebbe successo se fosse entrato in funzione il freno di emergenza?

È difficile rispondere a questa domanda non avendo ancora chiara la dinamica dell’incidente. Tutto è iniziato dalla rottura della corda di traino. A quel punto la cabina ha iniziato a correre all’indietro. Se il freno di emergenza fosse entrato in funzione allora la corsa sarebbe stata frenata. Forse la cabina si sarebbe addirittura fermata. Probabilmente non sarebbe caduta nel vuoto.


Coprifuoco anche in zona Bianca: le linee guida

Nomine, assoluzione definitiva per Virginia Raggi. Nessun ricorso in Cassazione