Salvini indagato per i voli di Stato. La Procura ha chiesto l’archiviazione per il leader della Lega.

ROMA – Matteo Salvini indagato per i voli di Stato, la Procura chiede l’archiviazione. A distanza di mesi dall’inizio della vicenda, per il leader della Lega arriva una buona notizia. Il caso era nato alle luce di presunte illegittimità individuate dalla Corte dei Conti prima e dalla Procura poi.

I voli di Stato di Matteo Salvini

Sono 35 i voli di Stato nel mirino della Procura. L’inchiesta è partita dal quotidiano ‘Repubblica’ che ha portato alla luce i diversi viaggi ravvicinati da parte del leader di via Bellerio durante la compagna elettorale. Trasferimenti effettuati con aerei o elicotteri del Dipartimento della Pubblica Sicurezza o dei vigili del fuoco.

Le carte sono state prese in ‘mano’ dalla Corte dei Conti che aveva considerato potenzialmente illegittimo l’uso dei velivoli senza, però, riconoscere un danno erariale allo Stato. La Corte dei Conti aveva quindi chiuso il fascicolo, trasmesso però alla Procura di Roma per possibile abuso d’ufficio. A distanza di mesi, la Procura ha richiesto l’archiviazione della posizione del leader della Lega non rintracciando un abuso d’ufficio nei comportamenti del leader della Lega.

Matteo Salvini
Matteo Salvini

La Procura chiede l’archiviazione

Nel maggio del 2021, la Procura ha chiesto l’archiviazione per il leader della Lega Matteo Salvini, all’epoca dei fatti Ministro dell’Interno nel primo governo Conte, quello sostenuto da Lega e Movimento 5 Stelle. Salvini era indagato per possibile abuso d’ufficio. Questione chiusa quindi per il Segretario leghista, alle prese con le questioni processuali legate alla gestione dei migranti.


Nomine, assoluzione definitiva per Virginia Raggi. Nessun ricorso in Cassazione

Appuntamento con la Superluna dei fiori