Formula 1, la conferenza stampa dei piloti alla vigilia del GP di Russia. Leclerc e Sainz sperano in passi in avanti.

SOCHI (RUSSIA) – Conferenza stampa dei piloti alla vigilia del GP di Russia, quindicesimo appuntamento con il Mondiale di Formula 1. In casa Ferrari c’è una fiducia moderata. “Sulla carta – ha detto Leclerc riportato da SportMediasetdicono che è un po’ meglio e speriamo di riuscire a fare qualcosa di buono […]. Non aspettiamoci, però, di lottare per il podio, ma avere qualcosa in più per arrivare davanti alla McLaren […]”.

Più fiducioso, invece, Carlos Sainz: “Non sono lontano dal vincere […]. Sapevamo che a Monza sarebbe stato difficile anche perché il circuito non va bene per la nostra vettura […]. Speriamo ora di avere un weekend migliorare e il nostro obiettivo è quello di accorciare con quelle che abbiamo davanti […]“.

Hamilton: “Sono concentrato sul migliorare”

Lewis Hamilton non si fa distrarre dalle provocazioni arrivare dalla Red Bull. “Non penso a Max – ha detto il pilota inglese – io devono migliorare e fare un buon weekend in Russia. Il lottare in pista penso che sia una questione di esperienza e non psicologica. Se viene sorpassato puoi sempre trovare lo spazio per rifarti e così via […]. Le mie condizioni fisiche sono buone. Ho lavorato con la mia fisioterapista e poi fatto dei controlli […]. Ora andiamo avanti”.

Lewis Hamilton
Lewis Hamilton

Verstappen: “Sono tranquillo”

Anche l’olandese cerca di rimanere concentrato sulla pista. “Sono molto tranquillo – ha detto Verstappen – è sempre bello lottare per la vittoria e non importa se in questo momento sono in testa al campionato […]. A Monza ho visto che non aveva problemi Hamilton. Anzi è andato a New York per partecipare a un gala, quindi buon per lui. La penalità? Sono rimasto sorpreso, ma devo accettare quanto successo. Non è la fine del mondo. Non sempre devo essere d’accordo, ma ora pensiamo alla pista“.

ultimo aggiornamento: 23-09-2021


Formula 1, la Haas conferma Mick Schumacher e Mazepin per il 2022

Automobilismo in lutto, è morto Ninni Vaccarella