La Ferrari guarda al 2021 con fiducia. L’obiettivo è quello di lottare per il podio in ogni gara. E si lavora al motore.

ROMA – La Ferrari guarda al 2021 con fiducia. Dopo un inizio molto complicato, le novità arrivate da Maranello sembrano aver alzato il livello di competitività del team italiano. La Rossa continua a lavorare per il 2021.

L’obiettivo principale è quello di lottare per il podio in ogni gara. Difficile, visto che i regolamenti sono stati bloccati, insidiare la Mercedes (ancora la grande favorita), ma si spera di ripetere la stagione 2019. Competere per la pole position e per la vittoria in alcune gare.

Formula 1, il motore è la chiave della ‘riscossa’ Ferrari

A Maranello, come scritto dal Corriere della Sera, sono al lavoro per il 2021. In particolare, gli ingegneri si stanno concentrando sul motore. Bisogna recuperare i cavalli persi in questo 2020 per ritrovare quella competitività dell’anno precedente. L’accordo (segreto) con la Fia, infatti, hanno portato la Rossa ad diminuire la potenza del motore.

Una novità che ha portato la Rossa a non poter lottare per il podio. A Maranello sono pronti a tornare sui propri passi e dare a Leclerc e Sainz una monoposto veloce. Vettura destinata a competere con la Red Bull. Difficile vedere la Ferrari in lotta per il titolo con la Mercedes almeno per il 2021. Dal 2022 si parte da zero e il team italiano spera di ritornare sul tetto del mondo.

Ferrari
Ferrari

Sainz e Leclerc sperano in una Ferrari competitiva

Sainz e Leclerc sperano in una Ferrari competitiva. I risultati arrivati nelle ultime settimane sono un buon segnale, con i due piloti che sono pronti ad aiutare la scuderia di Maranello in questo processo di transazione fino al 2022, anno delle nuove regole.

L’obiettivo da parte della Rossa è quello di riuscire a lottare in ogni gara per il podio. Un passo avanti rispetto a quanto successo in questa stagione.


Mercato auto in Europa, -7,1 per cento a ottobre

Benzinai, dal 27 novembre scatta la chiusura in autostrada