Il corpo di Vittorio Barruffo è stato ritrovato in Francia da un cacciatore. Il 44enne era scomparso il 9 luglio scorso da Montalieu-Vercieu.

FRANCIA – Il corpo senza vita di Vittorio Barruffo è stato ritrovato fatto a pezzi da un cacciatore nell’Isère, dipartimento transalpino della regione Rodano-Alpi, non lontano da Lione.

La scomparsa del 44enne italiano

Il connazionale Vittorio Barruffo, nato a Napoli nel 1975, era scomparso il 9 luglio dalla cittadina francese Montalieu-Vercieu. Il 44enne viveva in Francia con la compagna. A giugno, la donna era rientrata in Italia dalla famiglia di origine; l’uomo sarebbe dovuto ricongiungersi poco dopo ma dal 9 luglio scorso si sono perse le sue tracce. La vicenda era finita anche sulla trasmissione Chi l’ha visto, con relativa scheda.

La morte di Vittorio Barruffo

Domenica scorsa, dunque, il tragico epilogo. Un cacciatore ha trovato un cadavere avvolto in un telo nella cittadina di Charette, luogo abbastanza vicino alla residenza di Barruffo. Attraverso la prova del dna si è arrivati all’identificazione del cadavere. Lo scrive il quotidiano Dauphine Libère. L’autopsia ha rivelato “lesioni craniche causate da uno strumento contundente che potrebbe essere la causa della morte per gravi danni neurologici e/o emorragia“, ha dichiarato il procuratore di Grenoble, Eric Vaillant.
I magistrati indagano per omicidio.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
cadavere Charette francia Montalieu-Vercieu Vittorio Barruffo

ultimo aggiornamento: 20-09-2019


Emma Marrone si ferma per problemi di salute: “Succede e basta, andrà tutto bene”

Doppio passaporto per i sudtirolesi, l’Austria approva l’emendamento