Corte a Milano, Fridays for Future in piazza. Riflettori puntati su Greta Thunberg, simbolo dell’onda verde che ha travolto il mondo.

Greta Thunberg e Vanessa guidano i giovani a Milano in occasione in occasione della manifestazione dei Fridays for Future del 1 ottobre.

Proprio la città di Milano diventa il centro del mondo in questo primo venerdì di ottobre. In piazza ci sono i big della lotta per la difesa dell’ambiente. In piazza c’è Greta Thunberg, difesa e protetta anche fisicamente dagli amici e dai collaboratori che le fanno scudo per evitare l’assalto di giornalisti, telecamere e macchine fotografiche. Perché oggi si deve parlare di ambiente e clima, non di Greta. Almeno questa è l’intenzione.

Fridays for Future, giovani in piazza a Milano

La manifestazione ha chiamato a raccolta un nutrito numero di giovani, in marcia per il clima. Ovviamente i riflettori sono puntati tutti su Greta, simbolo, cuore e anima di questo movimento che negli ultimi anni ha trovato una legittimazione internazionale anche a livello politico. Come accaduto nei giorni scorsi, i leader politici parlano con Greta. E lei li bacchetta. Il suo bla bla bla è diventato virale ma pesa come un macigno sui leader mondiali, accusati di riempirsi la bocca di belle parole ma di fare poco o nulla dal punto di vista pratico.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

Greta Thunberg
Greta Thunberg

Il corteo: partenza alle 9.30 da piazza Cairoli

I ragazzi si sono radunati in diversi punti della città intorno alle otto di mattina. Il corteo parte alle ore 9.30 da piazza Cairoli. Partecipano soprattutto i ragazzi degli ultimi anni delle superiori ma non mancano gli universitari. In realtà a ben guardare la piazza ci sono manifestanti di tutte le età. Questo conferma come la crisi climatica e ambientale sia considerata di primaria importanza da tutte le generazioni. I giovani temono quello che potrebbe riservargli il domani, i meno giovani temono per il futuro di figli e nipoti.

ultimo aggiornamento: 01-10-2021


Rt stabile, incidenza in calo e una Regione a rischio moderato: il monitoraggio Iss

Crac Banca Etruria, 23 assoluzioni e una sola condanna