Milan, Preziosi smentisce ma emergono indizi: la strategia e i costi di un operazione da quasi cinquecento milioni di euro.

Milan, Preziosi si tira indietro. Inevitabilmente. Dopo le indiscrezioni emerse nelle ultime ore, Enrico Preziosi ha smentito le voci di un suo possibile inserimento per l’acquisizione del Milan. O meglio se l’è cavata con una battuta affermando i ambire al Real Madrid.

Eppure le indiscrezioni sembravano nascondere un fondo di verità. Yonghong Li è stato caldamente invitato a muovere passi concreti in direzione rifinanziamento per mandare un messaggio all’Uefa e scongiurare così il rischio di una clamorosa esclusione dalle competizioni europee.

Milan, il viaggio in Italia di Yonghong Li

Il presidente del Milan, versati altri dieci milioni per l’aumento di capitale, ha accelerato i tempi alla ricerca di un socio di minoranza ed è volato in gran segreto in Italia, dove non ha incontrato neanche Marco Fassone. La formula proposta da mister Li non convince gli investitori che vorrebbero garanzie sul fatto di poter diventare nel tempo soci di maggioranza, e quindi di fatto proprietari del club.

In mezzo a tutto questo è saltato fuori, a sorpresa, il nome del presidente del Genoa Enrico Preziosi, grande amico di Adriano Galliani e sempre legato da ottimi rapporti con i colori rossoneri.

GdS – I dettagli della possibile offerta di Enrico Preziosi per il Milan

Secondo quanto riferito da TeleLombardia, la presunta offerta del numero uno del Grifone potrebbe essere articolata in due step: in un primo momento avrebbe fatto il suo ingresso in società assicurandosi il 21% delle quote societarie per poi passare in un secondo momento ad assicurarsi il 51% delle quote societarie.

La Gazzetta dello Sport riporta anche le cifre dell’operazione parlando di un affare da 150 milioni + 330, quasi cinquecento milioni di euro per diventare il proprietario del Milan

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
calcio Enrico Preziosi Genoa milan Yonghong Li

ultimo aggiornamento: 08-06-2018


Milan, ipotesi Zaza al posto di Kalinic

Milan, la ‘decisione’ di Fellaini