Il Comune di Geraci Siculo ha negato la cittadinanza onoraria a Liliana Segre. L’opposizione attacca: “Scritta una brutta pagina di storia”.

GERACI SICULO (PALERMO) – Negata la cittadinanza onoraria a Liliana Segre dal Comune di Geraci Siculo, in provincia di Palermo. Il consiglio ha respinto a maggioranza la proposta presentata da un gruppo di opposizione. Tra le motivazioni che hanno portato a questa decisione anche il fatto che la senatrice a vita non avrebbe alcun merito particolare nei confronti dell’umanità.

Secondo l’amministrazione la consegna di questo riconoscimento alla Segre avrebbe potuto assumere un carattere discriminatorio nei confronti di tutti gli altri deportati nei lager nazisti. Netta la condanna da parte dell’opposizione che ha parlato di “una brutta pagina di storia politica recente della cittadina siciliana“.

Geraci Siculo nega la cittadinanza onoraria a Liliana Segre

La decisione dell’amministrazione comunale della cittadina del Palermitano sembra essere destinata a scatenare delle nuove polemiche a livello nazionale. Non è la prima volta che la senatrice si vede negata la cittadinanza onoraria e in passato le discussioni non sono mancate.

Questa volta la richiesta era arrivata da un piccolo gruppo di minoranza anche se alla fine a vincere è stata la maggioranza che ha negato la cittadinanza alla senatrice a vita.

Liliana Segre
Roma 24/03/2018 – elezione del Presidente del Senato della Repubblica Italiana / foto Samantha Zucchi/Insidefoto/Image nella foto: Liliana Segre

Vicinanza alla senatrice Liliana Segre

Nei mesi scorsi la senatrice Liliana Segre è stata vittima di diversi attacchi social con l’Italia che si è stretta intorno a lei. L’ultimo episodio è sicuramente questo siciliano con la cittadinanza onoraria negata per “non aver fatto nulla per il paese palermitano“.

Si tratta di una motivazione destinata a creare polemiche e discussioni anche se la stessa Segre ha sempre mantenuto un profilo basso. E non possiamo escludere in futuro un passo indietro da parte della stessa amministrazione dando la cittadinanza onoraria alla senatrice a vita.


Processo firme false M5s, dodici condanne a Palermo

Dalla Gregoretti a Bibbiano, gli assi di Salvini per vincere lo sprint in Emilia Romagna