In Germania il Nord-Reno-Westfalia ha reintrodotto il lockdown dopo che oltre 100 lavoratori si sono infettati in un macello. A rischio altri due Lander.

BERLINO – Dati contrastanti in Germania, dove in settimana si sono allentate le misure restrittive anti-coronavirus.

Nord Reno-Westfalia, torna il lockdown

Due giorni dopo l’annuncio di un graduale ritorno alla normalità in Germania, infatti, il Nord Reno-Westfalia ha ripristinato il lockdown dopo che a Coesfeld sono stati infettati oltre 100 dei 1.200 dipendenti in un impianto di lavorazione della carne.
La situazione preoccupa anche altri due Lander, lo Schleswig-Holstein e la Turingia. In due distretti è stato superato l’indice di contagio.

https://www.youtube.com/watch?v=y8U-bxupY_Q

Il tetto massimo dei contagi

Secondo le nuove regole fissate da Angela Merkel per la Fase 2 in Germania, ancora in via di definizione, nel distretto dovrà essere ripristinato il lockdown: l’allentamento delle misure sarà posticipato intanto di una settimana.
Esse prevedono che non ci siano più di 50 positivi per 100 mila abitanti.

I dati della Germania

La Germania, nel frattempo, ha registrato in 24 ore 1.251 casi supplementari di coronavirus, per un totale di 168.551 contagiati e 7.369 vittime, secondo gli ultimi dati divulgati dal Robert Koch Institut. L’aumento quotidiano sale rispetto al precedente di 1.209 ma il numero dei decessi scende a 103 da 147. 


Femminicidio a Milzano (Brescia): uccide la moglie davanti ai figli

Valanga a Cortina, un morto