Giorno del Ricordo, Salvini: bambini di Auschwitz e quelli delle foibe sono uguali

Giorno del Ricordo della Foibe, Matteo Salvini: I bimbi morti nelle foibe e i bimbi di Auschwitz sono uguali. Non esistono martiri di serie A e vittime serie B.

Intervenuto a Basovizza in occasione del Giorno del Ricordo per la tragedia delle foibe in cui morirono centinaia di italiani, il ministro dell’Interno Matteo Salvini ha fatto discutere per il suo paragone tra i bambini morti nelle foibe e quelli che hanno perso la vita nell’inferno di Auschwitz.

Matteo Salvini
Fonte foto: https://twitter.com/MediasetTgcom24

Matteo Salvini: i bimbi morti nelle foibe e i bimbi di Auschwitz sono uguali

In occasione del suo intervento a Basovizza, Matteo Salvini ha parlato dei bambini italiani vittime della crudeltà rappresentata dalle foibe.

” I bimbi morti nelle foibe e i bimbi di Auschwitz sono uguali. Non esistono martiri di serie A e vittime serie B. Non esiste un però per Auschwitz e un però a Basovizza. Sono criminali gli uni e sono criminali gli altri”.

Matteo Salvini
Fonte foto: https://www.facebook.com/salviniofficial

Foibe, Salvini, Farò tutto quello che sarà in mio potere perché su tutti i banchi di tutte le scuole italiane la storia non si fermi

Salvini ha poi parlato dell’importanza del ricordo che va coltivato nelle scuole italiane.

“Farò tutto quello che sarà in mio potere da vicepresidente del Consiglio perché su tutti i banchi di tutte le scuole italiane la storia non si fermi, perché non ci siano stragi dimenticate. Per questo faccio affidamento su insegnanti su donne su uomini educatori liberi che portino in classe il passato affinché il futuro non riproponga mai orrori simili”.

Questa è terra sacra, questa è terra di sudore e di dolore, di onore e di memoria senza però” ha proseguito Salvini interrotto dagli applausi scroscianti dei presenti.

Chi nega, uccide due volte. Oggi a Basovizza mi sono emozionato e commosso, durante la preghiera per i nostri connazionali Martiri delle foibe e nell’ascolto delle storie dei loro famigliari. Grazie, noi non dimentichiamo. 🇮🇹

Pubblicato da Matteo Salvini su Domenica 10 febbraio 2019

ultimo aggiornamento: 11-02-2019

X