Lettera MEF all'Ue, Tria sporge denuncia per divulgazione di atti secretati

Giallo al Mef, Tria sporge denuncia per la divulgazione di atti secretati. Indaga la Procura

Lettera dell’Italia all’Unione europea, dal Ministro Tria la denuncia per la divulgazione di atti secretati. La notizia confermata dal MEF.

Si tinge di giallo l’invio della lettera dell’Italia all’Unione europea. Dopo le polemiche sollevate da Luigi Di Maio di fronte alle anticipazioni del testo del documento del MEF, arriva la denuncia da parte del Ministro dell’Economia Giovanni Tria che ha deciso di muoversi per vie legali per la divulgazione di documenti secretati.

Le anticipazioni sul testo del MEF all’Ue

Nella delicatissima giornata della risposta dell’Italia all’Unione europea sul debito pubblico e sulla situazione economica italiana, era stata condivisa a mezzo stampa una anticipazione del testo. Secondo le indiscrezioni, il Ministero dell’Economia avrebbe messo sul piatto alcuni tagli a Quota Cento e Reddito di Cittadinanza. La notizia era stata duramente commentata da Luigi Di Maio che aveva chiesto spiegazioni al titolare del MEF, accusato di aver compilato e inviato la missiva senza confrontarsi con il Movimento Cinque Stelle.

Giovanni Tria
Giovanni Tria

La lettera dell’Italia all’Unione europea

Le polemiche erano rientrate dopo la smentita di Tria e del suo Ministero. Il testo definitivo spedito a Bruxelles non dovrebbe contenere tagli ai provvedimenti chiave promossi dal governo in questo primo anno di gestione.

Giovanni Tria sporge denuncia per la divulgazione di atti secretati

Ma la questione è tutt’altro che chiusa. Stando a quanto riferito dall’Adnkronos, infatti, Giovanni Tria ha deciso di presentare una denuncia per la divulgazione di atti secretati.

La denuncia dovrebbe essere consegnata nella giornata di lunedì agli uffici della Procura. A rendere nota la notizia è stato proprio il MEF attraverso una nota ufficiale diramata sul proprio sito ufficiale.

“La decisione fa seguito alla diffusione a mezzo stampa di una bozza di lettera del ministro in risposta alle richieste di spiegazioni da parte della Commissione europea circa l’evoluzione del debito italiano nel 2018”, si legge nella comunicazione pubblicata dal Ministero dell’Economia e della Finanza.

ultimo aggiornamento: 02-06-2019

X