Ecco quali sono le migliori alternativi a Google Analytics per vedere e analizzare i dati del proprio sito web.

Chiunque lavori o gestisca un sito web conosce Google Analytics. Cos’è e come funziona è noto ma facciamo comunque un ripasso: è il sito più utilizzato che permette di monitorare il traffico sul proprio sito, ma anche su ogni singolo contenuto del sito, permettendo di ottenere dati molto specifici e dettagliati sui visitatori e non facile. E’ facile comprendere come questo strumento sia molto importante, se non addirittura indispensabile, per chiunque lavori nel mondo di internet. Come già accaduto in Francia e in Austria, anche in Italia non sarà già possibile utilizzarlo per via di un provvedimento del Garante della Privacy del 23 giugno 2022. Come fare allora? Niente paura, ci sono diversi siti alternativi a Google Analytics che svolgono le medesime funzioni e che si possono utilizzare.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Perché Google Analytics in Italia non si può usare

Il Garante della Privacy ha dichiarato illecito l’uso di Google Analytics in Italia perché le informazioni che il sito raccoglie sui visitatori sono trasferite negli Stati Uniti, un Paese dove il livello di protezione dei dati non è ritenuto adeguato.

Grafico dati Google Analytics
Grafico dati Google Analytics

Il provvedimento è stato emanato per colpire i cookie che Google Analytics utilizza per raccogliere i dati perché renderebbo comunque identificabili i singoli utenti. Per lo stesso motivo Google Analytics è stato vietato anche in Francia e in Austria, prima ancora che in Italia.

Google Analytics: le alternative

Vediamo ora quali sono le migliori alternative a Google Analytics che chi gestisce un sito web o chi vi lavora può utilizzare per continuare a monitorare il traffico sul proprio sito.

Matomo: una delle migliori alternative a Google Analytics è rappresentata da questo sito. A differenza di Analytcs, per utilizzarlo è però necessario sottoscrivere un abbonamento il cui prezzo varia a seconda del pacchetto scelto: il costo è comunque intorno ai 17 euro al mese.

Parsely: questa alternativa a Google Analytics è invece gratuita ma solamente per chi utilizza il servizio vip di WordPress. E’ in effetti una parte del servizio vip e si può infatti utilizzare direttamente su WordPress per monitorare l’andamento del proprio sito.

StatCounter: anche in questo caso si tratta di una piattaforma a pagamento, i cui prezzi variano a secondo dello spazio di registro di cui avete bisogno. StatCounter permette di effettuare un’analisi completa e dettagliata del traffico sul proprio sito web.

Simple Analytics: è semplice da usare, intuitivo e garantisce la massima protezione dei dati degli utenti. Rispetto ad altre alternative a Google Analytcs è anche più economico: i prezzi degli abbonamenti sono intorno ai 10 euro al mese.

Woopra: è il sito come Google Analytics che consigliamo a chi è un grade espero del mondo di internet e della tecnologia. La particolarità di questo sito che è in grado di mettere in relazione i vari numeri e capire come si relazione l’uno con l’altro.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 28-06-2022


Come vedere RaiPlay sulla TV

Le migliori App per prenotare la spiaggia, ombrellone e lettini per le proprie vacanze al mare