“È necessario formare il Governo il più presto possibile” afferma Meloni. Convocazione con Mattarella alle 16:30.

C’è necessità di formare il nuovo Governo al più presto possibile. Dopo le consultazioni avvenute tra Giorgia Meloni e Sergio Mattarella, quest’ultimo si prende del tempo per riflettere su tutti i temi discussi in questi giorni. Nel pomeriggio si terrà la convocazione, al Palazzo del Quirinale, tra il Capo dello Stato e la leader di FdI che potrebbe vedersi ufficializzato già stasera l’incarico come premier.

Sergio Mattarella
Sergio Mattarella

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Dopo le consultazioni

Al Palazzo del Quirinale, questo pomeriggio alle 16:30, la Leader di FdI sarà convocata da Sergio Mattarella, il quale si prende ora una pausa di riflessione per riordinare gli elementi raccolti tra ieri ed oggi. Dopo le consultazioni di questa mattina con il Capo dello Stato, Giorgia Meloni annuncia l’urgenza di formare ufficialmente questo nuovo Governo. “Noi siamo pronti, il centrodestra ha indicato me come premier”, ha dichiarato.

Rientrata nei suoi uffici alla Camera, la futura premier ha dichiarato ai suoi: “E’ andata molto bene”. Adesso si attendono le comunicazioni dal Quirinale previste per questo pomeriggio, Meloni potrebbe già essere richiamata al Colle per ricevere l’incarico dal presidente Mattarella a formare il suo nuovo governo.

I commenti del centrodestra

“Pronti a prendere per mano il nostro splendido Paese”, scrive su Facebook il leader della Lega, Matteo Salvini, postando una foto della delegazione del centrodestra al Quirinale di stamattina. Berlusconi commenta dicendo: “Daremo al nostro Paese un governo forte e coeso”, mentre d’altra parte Letta dichiara che non tollera “ambiguità sulla Russia”. Calenda è preoccupato per la politica estera, e Conte dichiara: “Non è tempo di opposizione unitaria”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

Speciale Governo

ultimo aggiornamento: 21-10-2022


Governo Meloni: “Giorgetti adattissimo al Mef”

“Grazie Mario”, il video omaggio dell’Ue a Draghi