Proseguono le discussioni sul Green Pass obbligatorio nel mondo del lavoro: possibile estensione ai lavoratori dei ristoranti (e non solo).

Proseguono le discussioni sul Green Pass in azienda e una delle ipotesi al vaglio del governo è quella di estendere l’obbligo della certificazione verde ai lavoratori dei ristoranti. Una stretta che potrebbe mettere in difficoltà un settore già duramente colpito dalla crisi legata alla pandemia.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

Green Pass
Green Pass

Certificazione verde e lavoro, discussioni ancora in corso

Le grandi imprese sembrano spingere verso l’obbligo di vaccinazione mentre i sindacati sono restii o quantomeno non vogliono penalizzazioni per i lavoratori che non si vaccinano. Al momento le posizioni sono distanti e il governo gioca il ruolo non semplice di mediatore. Sembra difficile che per le aziende e le imprese possa scattare l’obbligo di Green Pass. Anche perché il governo stesso è diviso. La Lega di Matteo Salvini, fermamente contraria, non sembra intenzionata a fare concessioni.

L’idea di fondo è che più persone si vaccinano meglio è. Detto ciò ci sono problemi di carattere organizzativo se non addirittura legale. E c’è poi un problema economico. Bisogna mettere in conto il fatto che molti lavoratori possano decidere di ottenere il Green Pass tramite tampone e non tramite vaccino. A quel punto i tamponi sarebbero a pagamento? Se sì a che prezzo? E a carico dei lavoratori o delle società?

Tampone
Tampone

Green Pass obbligatorio per chi lavora nei ristoranti (e non solo)

Una strada percorribile potrebbe essere quella di estendere l’obbligo del Green Pass ai lavoratori delle realtà per le quali la certificazione verde è stata resa obbligatoria per gli utenti e i clienti. Uno caso significativo è quello del settore della ristorazione. Dal 6 agosto per consumare al tavolo al chiuso è obbligatorio avere il Green Pass, che dovrebbe diventare obbligatorio anche per i lavoratori dei ristoranti. Allo stesso modo dovrebbero avere il Green Pass i gestori dei locali, i camerieri, istruttori di nuoto e persone che lavorano nelle palestre e così via.

TAG:
coronavirus

ultimo aggiornamento: 09-08-2021


Bonus TV, dal 23 agosto al via le domande: il modulo da compilare e chi può fare richiesta

Borse 9 agosto, Milano apre la settimana in positivo