Cosa cambia dall’1 aprile per Green Pass, quarantena e mascherine. Ecco tutti i dettagli.

ROMA – Dall’1 aprile entrano in vigore le nuove regole per quanto riguarda Green Pass, quarantena e mascherine. Andiamo a vedere nei dettagli le novità e cosa cambia per gli italiani.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Green Pass

Le novità più importanti riguardano sicuramente il Green Pass. Il rafforzato resta solamente per i luoghi più a rischio come spettacoli, stadi, piscine e palestre oltre che naturalmente per poter praticare attività agonistica.

Per le attività al chiuso ritorna quello base (come per lavoro e ristoranti) mentre all’aperto si ritorna ad essere liberi e, di conseguenza, non c’è assolutamente bisogno di presentare la certificazione verde. Si tratta sicuramente di una novità molto importante considerando anche il fatto che ci si avvicina sempre più al ritorno alla normalità.

Quarantene

Addio alle quarantene di contatto. Dopo mesi di chiusure e di restrizioni, l’Italia ha deciso di eliminare tutti gli isolamenti delle persone non positive ma che hanno avuto un rapporto con un contagiato. Resta, invece, la quarantena per tutti gli italiani che hanno contratto il virus e difficilmente, come successo in Inghilterra, nel nostro Paese si arriverà all’addio all’isolamento per gli asintomatici. Molto probabilmente questa misura resterà fino al termine della pandemia.

Coronavirus
Coronavirus

Mascherine

Nessuna particolare novità per quanto riguarda le mascherine. Il Governo ha deciso di confermare l’impianto in vigore almeno fino al 30 aprile. Dal 1° maggio si dovrebbe dire addio anche al dispositivo di protezione al chiuso, ma molto dipenderà dai dati che si registreranno nelle prossime settimane e da come si evolverà la pressione sui servizi sanitari. Per questo motivo tutte le opzioni restano sul tavolo.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 27-03-2022


Morto Taylor Hawkins, aveva 50 anni.

Maxi-truffa sul bonus facciate a Milano: sequestrati 48 milioni