Nasce Coraggio Italia, gruppo parlamentare guidato da Toti e Brugnaro. E Fi rischia di spaccarsi.

ROMA – Toti e Brugnaro hanno dato vita al nuovo gruppo parlamentare Coraggio Italia. Nonostante le pressioni da parte dei vertici di Forza Italia a fare un passo indietro, i due esponenti hanno deciso di continuare per la loro strada e far nascere questa nuovo contenitore politico che vedrà all’interno anche Gaetano Quagliarello.

Al momento la creazione è avvenuta solamente a Montecitorio con 20 deputati. Il sindaco di Venezia e il governatore della Liguria, però, sono al lavoro per dare vita anche ad un gruppo al Senato. I contatti con gli esponenti di Palazzo Madama sono continui e presto si potrebbe arrivare alla fumata bianca.

Forza Italia a rischio scissione

Un gruppo che rischia di alimentare la tensione all’interno del Centrodestra. Non è notizia degli ultimi giorni le difficoltà nel trovare i candidati e, soprattutto, di un partito di Silvio Berlusconi che continua ad avere delle difficoltà oggettive nel tenere uniti tutti i propri esponenti.

E in molti, almeno secondo quanto scritto da La Stampa, starebbero pensando di aderire al nuovo contenitore politico creato da Toti e Brugnaro. Una mossa che rischia di mettere in seria difficoltà Forza Italia e i propri vertici. Per questo motivo fino all’ultimo si era cercato un passo indietro (poi non arrivato) da parte dei due nuovi leader di Coraggio Italia.

Silvio Berlusconi e Barbara Berlusconi
Silvio Berlusconi e Barbara Berlusconi

Gelmini contraria: “Le priorità sono altre”

A confermare la contrarietà di Forza Italia sono le parole di Maria Stella Gelmini: “Brugnaro è un buon sindaco, ma se sceglie di incentivare il frazionamento in partitini dell’area moderata, commette un grave errore. Questi tentativi non sono mancati e non mi sembra che abbiano avuto un grande successo. La priorità dell’Italia non è costruire nuovi partite, ma uscire dalla pandemia e dall’emergenza economica“. Parole che confermano la tensione all’interno del Centrodestra.


Franco, Ita avrà meno rotte e una flotta ridotta rispetto ad Alitalia

Chi è Dario Scannapieco