Ha un aborto spontaneo, ma i medici di Malta si rifiutano di praticarle l’aborto. Adesso Andrea rischia di morire di setticemia.

Andrea Prudente, americana di 38 anni, era in vacanza a Malta insieme a suo marito quando è accaduto il fatto. Adesso rischia la vita a causa di un aborto spontaneo. Andrea sta rischiando di morire per setticemia dopo aver avuto un aborto spontaneo alla 16esima settimana. I medici dell’isola si sono rifiutati di effettuare la pratica abortiva a causa del fatto che, sull’isola, è illegale.

La pena per i dottori, nel caso in cui decidessero di praticare l’aborto, sarebbe di quattro anni di reclusione. Nel mentre, la donna aspetta che la gravidanza si interrompa da sola ma nel mentre rischia di morire di setticemia. Nonostante non ci sono speranze che il bambino possa sopravvivere, i medici sono impossibilitati nel praticare l’aborto. Ad oggi, Malta risulta essere l’unico Paese europeo in cui la pratica abortiva è illegale in qualsiasi caso.

mamma gravidanza abito premaman

Andrea si trovava in vacanza a Malta quando ha avuto delle perdite e le si sono rotte le acque. Dall’ecografia, è emerso che, all’interno del corpo della donna, è avvenuto un distaccamento della placenta. Il cuore del feto ha continuato a battere ma il liquido amniotico era esaurito. Le possibilità di sopravvivenza del feto erano pari a zero.

Adesso, oltre a dover sopportare il penso emotivo di un aborto, la donna dovrà anche combattere contro un’infezione di setticemia verificatasi in seguito all’aborto spontaneo. E in tutto questo, i medici non hanno potuto fare niente.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le dichiarazioni di Andrea alla stampa locale

Andrea ha parlato della sua situazione alla stampa locale: «Il bimbo non può vivere. Non c’è niente che si possa fare per cambiare questa situazione. Lo volevamo, lo vogliamo ancora, la amiamo, vorremmo che potesse sopravvivere, ma non lo farà. E non solo siamo in una situazione in cui stiamo perdendo un figlio che volevamo, ma l’ospedale sta anche prolungando l’esposizione di Andrea al rischio». La coppia ha chiesto il trasferimento in un altro paese dove la pratica abortiva è legale, ma la compagnia assicurativa non è riuscita ad organizzare in tempo il viaggio.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 24-06-2022


Francesca Schizzi, trovata morta in casa

280 euro al mese per 10 ore al giorno, «Non hai voglia di lavorare»