Formula 1, GP di Silverstone: Hamilton doveva ricevere una penalità per aver guidato con una gomma bucata?

Dopo l’incredibile GP di Silvertone, vinto da Hamilton su tre ruote, qualcuno ha ipotizzato che il campione della Mercedes dovesse o potesse ricevere una penalità per aver guidato una gomma bucata. Ipotesi forse neanche presa in considerazione dai commissari di gara che in effetti non hanno rintracciato violazioni nell’ultimo folle giro del pilota.

Di seguito video dell’ultimo giro di Hamilton condiviso dal pilota sul proprio profilo ufficiale.

Cosa dice il regolamento

In effetti il regolamento non contempla nello specifico il caso di una gomma bucata, che è quello di Lewis Hamilton. Le regole si concentrano soprattutto sulla tutela dei piloti.

In effetti per il regolamento una vettura non deve essere guidata lentamente in maniera non necessaria. Il pilota inoltre non deve tenere traiettorie irregolari e quindi non deve rappresentare un pericolo per le altre persone e per gli altri piloti.

Lewis Hamilton
Monza 06/09/2019 – prove libere F1 / foto Insidefoto/Image Sport nella foto: Lewis Hamilton

Hamilton doveva ricevere una penalità per la gomma bucata?

Alla luce delle condizioni, no, Hamilton non doveva ricevere una penalità. Nella maniera più assoluta. Lewis ha portato la macchina fino a 230 chilometri orari, come reso noto dalla Mercedes. Non solo non è andato piano, forse è andato anche più forte di quanto un altro pilota avrebbe fatto. Ma qui entra in gioco il talento del campione. Le traiettorie non saranno state forse pulitissime, ma da qui a dire che fossero irregolari ce ne passa. Sul punto nevralgico, quello della sicurezza, non ci sono dubbi. Hamilton ha percorso l’ultimo giro in totale solitudine grazie al vantaggio accumulato nei giri precedenti, quindi non ha messo a repentaglio la sicurezza di nessuno.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
evidenza Formula 1 Lewis Hamilton motori News

ultimo aggiornamento: 06-08-2020


Audi, ritirato lo spot con la bambina che mangia la banana

Ferrari 312, la rossa più famosa di sempre della Formula 1