Ha fatto il giro della rete il video che mostra un arbitro che, contestato dai tifosi a fine partita, estrae la pistola e spara a terra.

Ha dell’incredibile quanto accaduto in Honduras, da dove arriva un video che mostra un arbitro che, contestato da calciatori e tifosi, estrae la pistola e spara. Fortunatamente esplode i colpi a terra, con l’intento di spaventare e allontanare le persone che lo stavano contestando.

Honduras, arbitro contestato dai tifosi estrae la pistola e spara

Secondo le informazioni raccolte, l’incontro era una partita amatoriale, quindi senza grandi ambizioni. Per motivi non chiari ma probabilmente legati a questioni di campo, l’arbitro viene aspramente contestato dai tifosi e dai giocatori. Dalle immagini che circolano sulla rete gli animi sembrano sicuramente caldi ma nulla di particolarmente grave. Il direttore di gara però ha preferito mettere le cose in chiaro: ha estratto una pistola e ha sparato alcuni colpi a terra. Dopo qualche istante di panico e incredulità, i calciatori tornano negli spogliatoi.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

Pallone calcio
Pallone calcio

Il video

Le immagini mostrano i tifosi che circondano l’arbitro al termine della gara e il direttore di gara che estrae la pistola ed esplode alcuni colpi a terra. L’arbitro poi si allontana tenendo la pistola in pugno e guardandosi attorno con fare dubbioso e in qualche modo preoccupato.

Il video in questione è stato rilanciato dai media locali e in poco tempo ha fatto il giro della rete creando anche un certo scalpore, ovviamente.

Resta da capire se ci saranno ulteriori accertamenti sul caso o se la vicenda si concluderà così, con un nulla di fatto e con un comprensibile spavento dei presenti.

Di seguito il video nel quale si vede il direttore di gara che impugna la pistola e spara a terra per allontanare i tifosi che lo stavano contestando.

TAG:
calcio news

ultimo aggiornamento: 19-08-2021


Scossa di terremoto 7.2 ad Haiti, più di 2.000 vittime. Papa Francesco: “Esprimo la mia vicinanza”

Colpo Lazio, Sarri ritrova Pedro