Primi problemi in casa Italia Viva: i sondaggi non premiano il partito dell’ex premier. I renziani vorrebbero un leader più dialogante con la maggioranza di governo.

Nel pieno della discussione politica sui cosiddetti volenterosi, anche i renziani di Italia Viva hanno iniziato un’analisi sulla situazione attuale e sui possibili scenari futuri.

Matteo Renzi
Fonte foto: https://www.facebook.com/matteorenziufficiale

Iv come Fi: in caso di voto molti renziani resterebbero a casa. Tanto vale sostenere il governo con convinzione…

La sensazione è che i renziani siano arrivati alla stessa conclusione di molti berlusconiani. Se si tornasse al voto molti resterebbero a casa dopo aver appena assaggiato la gloria di essere parte della maggioranza di governo. O gli onori legati alla posizione di parlamentare.

Dalle parti di Italia Viva si respira un’aria di incertezza, e alcuni avrebbero iniziato a maturare la convinzione di aver scommesso sul cavallo sbagliato. O meglio, sul partito sbagliato.

Senato
Senato

Matteo Renzi non abbassa il livello della tensione

Nonostante i sondaggi non siano propriamente favorevoli a Iv, Matteo Renzi, rallentato anche dall’inchiesta sulla Fondazione Open, continua a tenere altissima l’asticella della tensione all’interno della maggioranza di governo. Dalla manovra alla Banca Popolare di Bari, il senatore ed ex premier ha avviato una battaglia costante per correggere quelle che secondo lui sarebbero le storture concettuali di Pd e M5s. Come la plastic tax per intendersi.

Di fatto il rischio più grande per la maggioranza di governo, oltre ai senatori in fuga dal M5s, è proprio Matteo Renzi, che però non sarebbe supportato con convinzione dai suoi se decidesse di procedere con una spallata alla maggioranza per andare alle urne.

Matteo Renzi
Roma 13/08/2019 – conferenza stampa Matteo Renzi / foto Samantha Zucchi/Insidefoto/Image nella foto: Matteo Renzi

Il ruolo dei responsabili, la garanzia che potrebbe traghettare il Conte Bis fino alla fine della legislatura

E qui torniamo ai responsabili invocati da Conte. Parlamentari che sostengono ad oltranza (o quasi) la maggioranza per portare il governo fino alla fine della legislatura. Inutile evidenziare i vantaggi pratici anche per questi responsabili, che arriverebbero alla fine del mandato.

La svolta che cambierà definitivamente le carte in tavola ridisegnando le strategie di tutti i partiti sarà rappresentata dalla riforma della legge elettorale. Il nuovo regolamento in merito servirà ai leader (a tutti i leader) a capire se quanto possa convenire rischiare tentando un blitz.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
evidenza Italia Viva Matteo Renzi politica primo piano Ultima Ora

ultimo aggiornamento: 17-12-2019


Manovra, la ‘minaccia’ di Salvini: “Facciamo ricorso alla Consulta”

Renzi strizza l’occhio a Salvini, irritazione di Conte