Storia del Quirinale, i Presidenti della Repubblica eletti dopo la quarta votazione. Da Segni al Napolitano bis.

Nel 2022 per l’elezione del Presidente della Repubblica si è superata la soglia simbolica della quarta votazione. Perché si tratta di una soglia simbolica? Perché la quarta votazione è la prima con il quorum ribassato: come abbiamo visto, dal quarto scrutinio per essere eletti non servono i due terzi dei voti. Nel 2022, come detto, è stata superata la soglia della quarta votazione. Nulla di strano, guardando alla storia politica italiana. Certo, nel 2022 la speranza era si guardasse più alla pandemia e all’emergenza bollette che ai libri di storia, ma questo è un altro discorso. Tornando alla storia, prima delle elezioni del 2022 sono stati sei su dodici i Presidenti della Repubblica eletti dopo la quarta votazione. La metà, di fatto.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Quirinale, i Presidenti della Repubblica eletti dopo la quarta votazione

Come detto, in sei occasioni il nuovo Presidente della Repubblica è stato eletto dopo la quarta votazione. Parliamo anche di Presidenti particolarmente amati, che però hanno faticato a raggiungere il Colle. Qualcuno neanche ci sperava. L’uomo dei record è Giovanni Leone, eletto dopo 23 votazioni.

Antonio Segni

Per arrivare all’elezione di Antonio Segni sono state necessarie ben nove votazione. Alla fine il Presidente sarebbe stato eletto con una discreta maggioranza.

Giuseppe Saragat

Passano due anni e i Grandi Elettori tornano a riunirsi per eleggere un nuovo Capo dello Stato. Si arriva a quasi due settimane di lavoro e a ventuno votazioni prima di eleggere Giuseppe Saragat.

Giovanni Leone

Anno 1971. Siamo di fronte all’elezione dei record. Giovanni Leone sarebbe stato eletto solo dopo 23 votazioni. Suggestivo il fatto che l’elezione avvenne il giorno della vigilia di Natale.

Sandro Pertini

Gli anni Settanta evidentemente non si caratterizzano per elezioni particolarmente rapide. Nel 1978 per eleggere Sandro Pertini sarebbero servite sedici votazioni.

Oscar Luigi Scalfaro

Quella di Scalfaro fu un’elezione particolare. La partita era bloccata e si sarebbe risolta solo alla sedicesima votazione. Per la gran parte delle forze politiche era la scelta giusta e inevitabile dopo la tragica morta di Giovanni Falcone, ucciso dalla mafia.

Giorgio Napolitano bis

Arriviamo al Giorgio Napolitano bis, con il via libera arrivato dopo sei votazioni. Si trattò di fatto di una votazione emergenziale per risolvere una partita complessa e chiudere l’elezione del Presidente della Repubblica senza alterare lo stato delle cose in un momento politico decisamente particolare, con la nuova politica che prendeva forma e si contrapponeva alla vecchia politica, che ancora non aveva imparato a gestire le forze del cambiamento. E forse non aveva ancora imparato a leggere i nuovi tempi.

Di seguito l’elenco completo di tutti i Presidenti della Repubblica.

Giorgio Napolitano
Giorgio Napolitano

L’elezione del Presidente della Repubblica nel 2022

Anche nel 2022 l’elezione del Presidente della Repubblica ha superato la soglia della quarta votazione.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 28-01-2022


Chi è Marta Cartabia

Cosa succede dopo l’elezione del Presidente della Repubblica