Quali sarebbero i piani con cui le maggiori forze politiche si relazioneranno con gli elettori? I programmi non sono ancora ufficiali.

Tuttavia, è già possibile verificare le priorità dei singoli partiti, facendo riferimento alle dichiarazioni dei vari leader, nonché alle battaglie condotte nel recente passato dalle stesse forze politiche.

Riguardo il Pd, che sembra voler far propria la così detta “agenda Draghi” e quindi introdurre una legge sul salario minimo, applicabile da tutte le aziende in assenza di un contratto collettivo e un consistente taglio del cuneo fiscale. A fine giugno, il segretario Enrico Letta ha infatti proposto un taglio shock alle tasse sul lavoro, una misura su cui concentrare la maggior parte delle risorse disponibili, per arrivare a portare una mensilità agli italiani.

Enrico Letta
Enrico Letta

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Dote ai 18enni

Una proposta che potrebbe entrare nel programma del Pd, sarebbe anche la dote ai 18enni. Parliamo di un contributo di 10mila euro, dedicato alla metà di coloro che diventano maggiorenni (manovra basata dichiarazione Isee), finanziato dalle successioni dell’1% degli italiani, intervenendo su eredità e donazioni superiori a 5 milioni di euro. Tale proposta era stata promossa da Letta ben prima dell’inflazione. Adesso il Pd potrebbe decidere di ripristinarla, alla luce delle elezioni di Settembre. Infine la cura verso l’ambiente e i diritti: probabilmente, nel programma dei dem verranno inserite anche leggi per la cittadinanza ai figli degli immigrati (ius scholae), nonché tutele per l’odio contro gli omosessuali (ddl Zan).

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 24-07-2022


Papa Francesco in Canada

Telemarketing: stop alle telefonate selvagge