Governo al lavoro per ridurre il deficit e accontentare l’Ue. Ma gli italiani sono d’accordo?

Manovra, il governo italiano tratta a oltranza con l’Unione europea e taglia le percentuali di deficit. Ma gli italiani sono d’accordo?

Proseguono le trattative tra il governo italiano e l’Unione europea, alla ricerca del compromesso giusto per dare il via libera alla manovra italiana evitando le sanzioni per debito eccessivo. Conte, Tria, Di Maio e Salvini, nonostante le rassicurazioni dei mesi scorsi e le dichiarazioni belligeranti, hanno già tagliato diversi punti percentuali. Ma per l’Unione europea potrebbe non bastare. Per questo motivo si starebbe cercando una soluzione last minute per trovare qualche miliardo da tagliare e far quadrare i conti anche all’analisi della Commissione europea. Ma gli italiani sono contenti della direzione che hanno preso le trattative?

GIUSEPPE CONTE LUIGI DI MAIO MATTEO SALVINI
GIUSEPPE CONTE LUIGI DI MAIO MATTEO SALVINI

Manovra, prosegue la trattativa tra il governo e l’Unione europea: un passo indietro dell’Italia o una scelta responsabile?

Inutile negare che, alla luce delle dichiarazioni e dei festeggiamenti di Lega e Movimento Cinque Stelle dopo i primi dati della manovra, il taglio alla prima bozza presentata a Bruxelles rappresenta un passo indietro. Secondo alcuni si tratta di una mossa responsabile, di una presa di coscienza, per altri si tratta di una resa.

A fare luce sull’orientamento e sull’umore degli italiani ci ha pensato Demopolis che ha svolto un sondaggio proprio sulla trattativa tra il governo e l’Unione europea.

Il sondaggio di Demopolis sulla Manovra: cosa pensano gli italiani?

Il 62% delle persone interrogate ritiene giusta la trattativa del governo con l’Unione europea per evitare una procedura di infrazione e ridurre quindi i rischi legati a un conseguente aumento dello spread. Il tutto a patto di mantenere le misure fondamentali del programma, ossia Quota Cento e Reddito di cittadinanza.

Il 25% del campione ritiene invece sbagliata la scelta del governo di tagliare il deficit in quanto ritiene che la revisione dei conti possa comportare una minore efficacia delle misure fondamentali della manovra.

Il restante 13% non ha un’opinione chiara a riguardo.

ultimo aggiornamento: 16-12-2018

X