Maldini: “Milan sempre nel mio cuore. Ritorno? Ancora nulla di concreto”

Presente all’inaugurazione dell’ICC 2018, Paolo Maldini ha parlato del suo possibile ritorno al Milan da dirigente.

Paolo Maldini e il Milan, un rapporto che va oltre l’aspetto calcistico. Molti tifosi sperano in un suo ritorno in rossonero, ma la strada sembra essere in salita.

Presente a Los Angeles in occasione dell’inaugurazione dell’International Champions Cup (manifestazione che vedrà tra le squadre protagoniste anche quella rossonera), l’ex capitano ha parlato ai microfoni di Huff Post.

“A me piace parlare del presente – ha dichiarato in merito a un suo possibile ritorno al Milan – e per ora possiamo solo ricordare il passato. Per ora non c’è ancora niente, e non so cosa ci sarà”.

“Questo naturalmente non cancella quello che è stato il mio rapporto con il club: sarà sempre nel mio cuore e credo anche nel cuore di tanti tifosi. Rimarrà, è incancellabile. Io sono una persona molto pratica – ha aggiunto – pertanto non posso parlare di cose che in questo momento non sono reali. È inutile immaginare adesso cose che fino ad ora non esistono”.

Puma cessione Milan Settlement Agreement Cda Milan Leonardo
Casa Stadio Milan

ICC 2018, il Milan sfida United, Tottenham e Barça

Nel corso dell’intervista, Paolo Maldini ha parlato anche dell’ultimo Mondiale in Russia: “Per me è stato un Mondiale molto triste. Ero presente alla partita contro la Svezia a Milano… È stato comunque un mondiale interessante, fatto di risultati imprevedibili, forse meno bello da un punto di vista tecnico perché non c’erano tanti giocatori di classe”.

“Un Mondiale decisamente brutto per noi italiani perché l’Italia non c’era: dobbiamo sicuramente imparare dai nostri errori e magari partire anche dal punto più basso dei nostri ultimi sessant’anni, considerato che era da sessantadue anni che la Nazionale italiana non si qualificava”.

Cristiano Ronaldo
fonte foto https://www.facebook.com/bleacherreport/

Ronaldo alla Juve, Paolo Maldini: “Grande colpo”

Una considerazione anche sul soccer a stelle e strisce: “Il calcio negli Stati Uniti sta crescendo a livello esponenziale e ha tutte le potenzialità, appunto, per farcela. Certo, deve lottare contro tanti sport che qui sono sicuramente più ricchi. Ma non dobbiamo comunque pensare che qui negli Stati Uniti, se parliamo di calcio, siano messi poi così male, perché anche qui ci sono e ci saranno grandi talenti”.

“Io sono molto affezionato all’America e in particolare alla East-coast, Miami e New York, ma la mia vita è sempre stata a Milano”.

Infine, non poteva mancare una battuta di Paolo Maldini sull’arrivo di Cristiano Ronaldo alla Juventus: “È un grande colpo, inaspettato, bello per il calcio italiano, anzi, molto bello. Forse lo è un po’ meno per i tifosi che non sono della Juventus perché questo grande acquisto rende la Juve una squadra ancora più difficile da battere”.

ultimo aggiornamento: 23-07-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X