Ecco tutto quello che c’è da sapere su iDrive di Bmw, il sistema innovativo (che ha 20 anni) che ha cambiato il modo di concepire l’auto.

Tra i sistemi di infotainment pionieri del mondo delle quattro ruote c’è sicuramente iDrive di Bmw, realizzato ormai nel lontano 2001 e poi sempre migliorato nel corso degli anni offrendo una migliore esperienza di connettività ai guidatori e ai passeggeri. Questo sistema all’inizio si focalizzava su funzioni basilari, ma con il tempo ha subito migliorie sempre più consistenti in fatto di navigazione e di intrattenimento. Ecco la storia di iDrive nello specifico, le istruzioni per utilizzare le incarnazioni recenti e come mai è diventato un punto di riferimento.

Cos’è iDrive di Bmw e come funziona

Come già accennato, iDrive di Bmw è stato uno dei primi sistemi di infotainment a essere progettati, ormai nel 2001. Ora si è evoluto chiaramente, con anche l’arrivo di Bmw Connected Drive, e cerca di rendere l’esperienza di guida e di viaggio la più comoda, connessa e divertente possibile.

La particolarità del sistema è che si utilizza con una sola mano non togliendo gli occhi dalla strada tramite una manopola a forma circolare posizionata vicino al cambio. Nelle incarnazioni più recenti ci sono anche i comandi vocali, quindi ancora più utili in fatto di usabilità e sicurezza. Inoltre, con il Connected Drive l’intelligenza artificiale dell’auto ha reso il tutto ancora più semplice.

iDrive Bmw 8: l’ultima evoluzione del sistema

Nel 2021, con l’arrivo di iDrive 8, l’ultima incarnazione quasi del tutto connessa e autonoma, ci sono state moltissime migliorie. Le istruzioni di iDrive, infatti, rispetto alle precedenti, sono diventate ancora più semplici per quanto riguarda i comandi. C’è ancora la storica manopola, posta vicino al cambio, ma è di materiale plastico trasparente. La capacità di calcolo del sistema di infotainment è aumentata di 20 volte, con anche la presenza della connettività 5G e uno schermo curvo posto sul cruscotto.

Inoltre, quando si sale in auto c’è la possibilità di trovare la posizione perfetta alla guida grazie alla tecnologia “MyModes” che valuta 10 parametri per avere la miglior posizione e il miglior comfort alla guida.

È presente anche l’assistente vocale, che suggerisce il percorso migliore da fare o quello abitudinario, senza bisogno di inserirlo manualmente nel navigatore. Lo schermo curvo mette insieme la strumentazione e il pannello di controllo, con grafica di 200 dpi. I due pannelli si fondo insieme, in sostanza, dando vita a una singola unità video. Si possono scegliere tre diversi tipi di layout, Drive, Focus e Gallery, a seconda delle proprie esigenze. L’auto connessa non è mai stata così intelligente.

Questa nuova versione di iDrive di Bmw sarà disponibile in primis sulla Suv iX alla fine del 2021, ed è compatibile in tutto e per tutto con Apple CarPlay e Android Auto.


Smart working, Aspi: disconnessione di 90 minuti per chi ha i figli in Dad

Formula 1, i piloti del Mondiale 2021