Il Fisco italiano potrebbe portare Messi all’Inter (ma attenzione alla Juventus): i vantaggi per i lavoratori ‘impatriati’ potrebbero aiutare i nerazzurri.

Dopo che Messi ha comunicato al Barcellona la sua volontà di lasciare il club in questa sessione di mercato a titolo gratuito, sognare è lecito per tutti. O quasi.

Ma l’Inter non può non rientrare tra le possibili destinazioni della Pulce argentina, anche perché il numero 10 era stato accostato ai nerazzurri in tempi non sospetti. Se poi si considera anche la trovata pubblicitaria dei media di Suning che hanno proiettato la sagome Messi sul Duomo, sempre in tempi non sospetti, allora bisogna necessariamente continuare a battere la pista milanese. Nonostante la concorrenza di club più ricchi e ad oggi forse decisamente più competitivi e nonostante le dichiarazioni di rito di Conte e dirigenti.

Messi all’Inter? Sognare non costa nulla

Attratto dall’idea di confrontarsi di nuovo con Cristiano Ronaldo, Messi potrebbe aver preso in considerazione l’idea di trasferirsi all’Inter. Ovviamente ragioniamo per ipotesi e suggestioni. Il dato di fatto è che quando si sposta una calciatore come Leo Messi si muove di fatto una vera e propria impresa. Inoltre per prendere Messi servono parecchi milioni. Anche se si muovesse a costo zero bisognerebbe comunque provvedere al pagamento dello stipendio faraonico.

Lionel Messi
Lionel Messi

Il trasferimento in Italia sarebbe conveniente dal punto di vista fiscale

L’Inter è fuori dai giochi per scarsa disponibilità economica? No, e qui entra in gioco il Fisco nostrano, che potrebbe giocare un ruolo importante nella partita. Esistono due norme non sovrapponibili che potrebbero spingere Messi verso la sponda nerazzurra di Milano. Uno dei due strumenti andrebbe totalmente a vantaggio di Messi, il secondo aiuterebbe sostanzialmente l’Inter.

Con la Legge di Bilancio del 2017, le persone con un determinato reddito (alto) che spostano la residenza in Italia pagano centomila euro per i redditi prodotti all’estero. Un forfait indipendente dalla somma fatturata fuori dai confini italiani. Nel caso di Messi parliamo probabilmente d milioni tra diritti d’immagine, sponsorizzazioni e simili. Al termine di una trattativa con la nostra Agenzia delle Entrate, Leo potrebbe scoprire che un trasferimento in nerazzurro (o comunque in Italia) potrebbe essere particolarmente conveniente.

Il secondo strumento che il Fisco italiano mette a disposizione dei sogni dei tifosi dell’Inter è la norma che dimezza l’imponibile per i cittadini stranieri che trasferiscono la residenza in Italia per almeno due anni. Questo consentirebbe all’Inter di spendere meno del previsto per garantire al talento argentino la cifra richiesta.

Lionel Messi
Mg Barcellona 24/11/2015 – Champions League / Barcellona-Roma / foto Matteo Gribaudi/Image Sport nella foto: Lionel Messi

Attenzione alla Juve

Ovviamente le condizioni del Fisco valgono per il trasferimento in Italia, non all’Inter. Quindi anche la Juventus potrebbe essere in corsa per Leo Messi. In caso di trasferimento dell’argentino in bianconero si potrebbe scrivere la storia del calcio, con la Pulce e Cr7 fianco a fianco, compagni di squadra.

Scarica QUI il Decreto Agosto.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
calcio calcio news economia Inter Leo Messi sport

ultimo aggiornamento: 28-08-2020


Calciomercato, Ibra-Milan: ci siamo. L’Inter vicina a Kolarov. Messi verso il City

Juventus su Suarez, il Barcellona apre alla cessione