Il Milan ha bisogno di un altro attaccante… o di tempo?

Milan, superato il giro di boa della stagione iniziano le riflessioni: i numeri salvano un attaccante su tre, servivano rinforzi o serve tempo?

In occasione della sfida tra Udinese e Milan le luci dei riflettori erano tutte puntate su Andre Silva, il colpo di scena preparato da Gennaro Gattuso per provare a scardinare la retroguardia friulana. La notizia dell’impiego del portoghese ha diviso la tifoseria rossonera tra coloro i quali avrebbero preferito vedere in campo Patrick Cutrone e quelli convinti che fosse finalmente il momento di promuovere l’erede di Cristiano Ronaldo.

Bello ma non balla

Nei minuti in cui ha giocato Andre Silva si è dato alla macchia nei primi minuti facendo vedere qualche buon movimento e poco più, poi è arrivata qualche strigliata dalla panchina e il giocatore si è acceso e ha infiammato il pubblico. Un paio di progressioni palla al piede degne di nota, qualche bel dribbling e una conclusione al volo dal limite dell’area di rigore che per poco non fa venir giù il settore ospiti della Dacia Arena.

Peccato per quel pallone malamente sciupato sull’uno a zero per i rossoneri quando tutto solo dal limite dell’area piccola il numero 9 ha cercato un lob con un colpo di testa all’indietro che non ha neanche impensierito il portiere.

Manca ‘il veleno addosso’

Un attaccante con il veleno addosso al posto di Andre Silva avrebbe stoppato il pallone e buttato giù la porta“: con queste parole il tecnico del Milan Gennaro Gattuso ha commentato l’occasione fallita dal suo attaccante. Rino però ha aggiunto di essere soddisfatto della prestazione di Andre Silva, specificando comunque di aspettarsi molto di più dal portoghese.

E in effetti Andre Silva può fare molto di più alla luce del suo talento. Quello che gli manca è il famoso killer instinct che agli attaccanti della Serie A non può mancare, la capacità di trasformare ogni pallone sporco in palla gol, la voglia e il coraggio di essere meno belli e più letali, di sporcarsi la maglia di fango.

Ha ragione Gattuso quando dice che il giocatore ha bisogno di continuità per esprimere appieno il suo valore, ma il Milan è nelle condizioni di scommettere con continuità su questo Andre Silva?

Cutrone alle spalle scalpita

La domanda è legittima, perché alle spalle del portoghese ci sono un Nikola Kalinic a caccia del riscatto e soprattutto un Patrick Cutrone in versione re Mida che trasforma in oro quasi ogni pallone e da solo tiene impegnata quasi tutta la retroguardia avversaria, che sia quella dell’Inter, della Lazio o del Bologna. E tenere in panchina uno così non è facile.

Non è facile soprattutto perché, come ha sottolineato Gattuso, il Milan è condannato a inseguire: non ha tutti i torti quando dice che un pareggio in casa di questa Udinese ci può stare ma non sbaglia neanche quando dice che un punto non muove la classifica. E questo è un problema quando sei chiamato a difendere l’ultimo posto valido per l’accesso all’Europa League, obiettivo minimo stagionale del Diavolo.

Sotto a chi tocca

Ora la domanda è, contro la SPAL a chi toccherà? Sabato Gattuso dovrà fare i conti anche con l’inevitabile turnover visto che alla gara contro i bianco-azzurri seguirà quella fondamentale di Europa League, una sfida da non sbagliare.

La SPAL è un avversario sulla carta agevole per i rossoneri e un pizzico di follia suggerirebbe di mandare in campo Andre Silva in campo in campionato Cutrone in Europa League. Perché? Perché i calciofili sono gente strana, gente che se Andre Silva segnasse in EL direbbe Sì ma il problema è il campionato.

Serve un altro attaccante o serve altro tempo?

Superato ormai di gran lunga il giro di boa viene da chiedersi se il Milan abbia bisogno di un altro attaccante o semplicemente di altro tempo. Alla luce dei fatti e numeri alla mano è impossibile salvare tutte e tre le punte del Milan, così come sarebbe forse ingiusto limitarsi a esprimere un giudizio limitandosi a consultare le fredde statistiche.

Ma l’impressione è che un attaccante sarebbe servito…

Ricevi le ultime notizie sul Milan, lascia la tua email qui sotto:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 04-02-2018

Nicolò Olia

X