Movimento 5 Stelle contro Autostrade: "Via subito le concessioni"

M5s e Pd, via concessioni ad Autostrade. Aspi: “Tocca a noi ripristinare anche se inadempienti”

Patuanelli e Di Maio riprendono la battaglia del Movimento 5 Stelle per la revoca delle concessioni ad Autostrade: “Non hanno fatto quello che dovevano fare”.

Il Movimento 5 Stelle torna alla carica per la revoca delle concessioni ad Autostrade, accusate di non aver fatto “quello che dovevano“. Secondo i pentastellati le mancanze della società sarebbero evidenziate in maniera insindacabile, oltre che dalla tragedia del crollo del Ponte Morandi, anche dai recenti episodi di cronaca.

A causa del maltempo le strade italiane sono state inagibili per motivi di sicurezza, un viadotto è crollato a causa di una frana e diverse voragini e buche si sono aperte sull’asfalto. La Procura sembra remare nella stessa direzione del MoVimento, evidenziando uno stato di digrado e di incuria.

Luigi Di Maio
Luigi Di Maio

Patuanelli contro Autostrade: “Non hanno fatto quello che dovevano fare”

C’è un’evidenza fattuale che non hanno fatto quello che dovevano fare“, ha dichiarato Stefano Patuanelli, ai microfoni di Circo Massimo, in onda su Radio Capital.

“Gli investimenti sono fermi, i viadotti vengono chiusi, non è accettabile. Sulle concessioni autostradali “c’è un procedimento in corso. Credo vada portato a termine nell’interesse generale del Paese”.

Atlantia
fonte foto https://www.facebook.com/autostradeperlitalia/

Di Maio: “Bisogna togliere a questi signori la concessione il prima possibile”

Dopo l’attacco frontale alla Lega, accusata di aver frenato l’iter per la revoca delle concessioni, Luigi Di Maio ha puntato il dito contro Autostrade chiedendo che venga tolta la concessione nel minor tempo possibile.

“Si va verso la revoca delle concessioni autostradali. Bisogna togliere a questi signori la concessione il prima possibile dopo che hanno preso i nostri soldi per i pedaggi senza fare la manutenzione delle strutture”.

La sensazione è che, fallita la trattativa per Alitalia, che vedeva tra i protagonisti anche Atlantia, il governo possa procedere alla revoca con meno scrupoli. E soprattutto senza conseguenze di sorta su un altro fascicolo particolarmente delicato.

Beppe Grillo: “Autostrade Story, è tempo di cambiare”

Sulla questione è intervenuto anche Beppe Grillo che con un post ha fatto sapere che sarebbe giunto il tempo di cambiare una storia iniziata più di venti anni fa, quando Autostrade ha ottenuto una concessione “a condizioni di favore senza uguali“.

“Autostrade Story è la storia della concessione autostradale ottenuta dai Benetton più di 20 anni fa. Una concessione a condizioni di favore senza eguali. Condividete il più possibile queste informazioni. È tempo di cambiare”

Il Pd dalla parte del Movimento 5 Stelle

Anche il Partito democratico sarebbe oramai allineato con i pentastellati e sarebbe pronto a spalleggiare gli alleati di governo contro Autostrade per arrivare alla revoca delle concessioni.

Concessioni autostradali: non è una questione politica, ma di difesa, la migliore possibile, dell’interesse pubblico“, ha twittato Paola De Micheli, raccogliendo un caloroso ringraziamento da parte di Luigi Di Maio per l’impegno.

Di seguito il tweet di Paola De Micheli

Autostrade: “Il potere di Aspi di adottare tutte le misure per il ripristino delle funzionalità delle infrastrutture non viene meno”

Quella che si prospetta è una battaglia legale tra Aspi e il governo. Secondo i legali di Autostrade, il “potere/dovere di Aspi di adottare tutte le misure per il ripristino della funzionalità delle infrastrutture in concessione non viene meno, peraltro, nemmeno nel caso in cui la Concessionaria si renda inadempiente rispetto agli obblighi convenzionali. La Convenzione Unica prevede, infatti, che, anche in caso di inadempimento, sia la Concessionaria, previa diffida del Concedente, a riparare all’inadempimento stesso (articolo 8 della Convenzione)“.

ultimo aggiornamento: 29-11-2019

X