Conte sdoppia il Miur, il Movimento 5 Stelle non ha più la maggioranza in Consiglio dei Ministri. Il Premier rischia di diventare l’ago della bilancia del suo governo.

Lo sdoppiamento del Ministero dell’Istruzione, lasciato vacante da Fioramonti, ha avuto un effetto politico forse poco sottolineato dagli osservatori e dagli analisti. Giuseppe Conte ha messo il Movimento 5 Stelle in minoranza nel Consiglio dei Ministri. O meglio, i pentsstellati non hanno più la maggioranza e sono strettamente legati al volere del premier.

Mandredi all’Università e alla Ricerca, il Movimento 5 Stelle perde la maggioranza in Consiglio dei Ministri

Con la nomina di Gaetano Manfredi alla Ricerca e Università, Giuseppe Conte ha cambiato gli equilibri all’interno della maggioranza di governo. O meglio li ha spezzati. Manfredi è infatti un uomo vicino al Partito democratico, che vede salire a undici il numero dei ministri. E il Movimento 5 Stelle vede così sfumare la maggioranza in Cdm.

Un duro colpo da accettare per la forza politica che per ben due volte si è battuta per portare l’Avvocato del Popolo a Palazzo Chigi.

Palazzo Chigi
Palazzo Chigi

Giuseppe Conte è il nuovo ago della bilancia. E per molti è un ‘uomo del Pd’

Il Presidente del Consiglio ha in qualche modo rivoluzionato il suo esecutivo, che ora dal punto di vista decisionale regge sulle spalle del Partito democratico. Il Movimento 5 Stelle, salvo clamorosi ribaltoni,resta la prima forza per quanto riguarda la rappresentanza parlamentare, ma rischia di trovarsi in svantaggio in Cdm, lì dove si gettano le basi della politica, i programmi e i progetti dell’esecutivo. L’ago della bilancia diventa il Presidente del Consiglio Conte, che dal M5s indicano come un uomo vicino al Partito democratico. Anche troppo secondo alcuni.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
evidenza Giuseppe Conte movimento 5 stelle News politica primo piano

ultimo aggiornamento: 31-12-2019


Mattarella accetta le dimissioni di Fioramonti, Istruzione affidata ad interim a Conte

Conte resta in politica, gelo dal M5s. E Salvini attacca: “Ha sempre mentito”