Il robot che risolve il cubo di Rubik in un secondo

Costruito da due hobbisti, questo piccolo robot ha stabilito un impressionante record, risolvendo il cubo di Rubik in un secondo e una manciata di millesimi.

chiudi

Caricamento Player...

Il cubo di Rubik per alcuni è un semplice passatempo sempre incompleto, per altri è una vera mania. Basti dire che si tengono anche veri e propri campionati, e che esiste un record del mondo. Mentre viene scritto questo articolo l’essere umano più veloce del pianeta a risolvere il tradizionale cubo di Rubik è Lucas Etter, che è riuscito a farlo in 4 secondi e 90 centesimi. Una velocità impressionante, che però sparisce se messa a confronto con quella del robot costruito da due hobbisti.

Dal punto di vista costruttivo, il robot sembra essere molto semplice: usa sei motori step, molto comuni nel mondo dei maker, quattro webcam USB, un computer che si occupa di gestire la parte logica, e un controllore Arduino per comandare i motori attraverso il PC.

Come è possibile risolvere il cubo di Rubik in un secondo?

Il merito, ancora una volta, è della matematica. La soluzione del popolare rompicapo infatti è già stata trasformata in un algoritmo, cioè in qualcosa che un computer può replicare, da tempo. I due appassionati non hanno dovuto fare altro che mettere insieme un sistema che fosse in grado di ruotare il cubo abbastanza in fretta: il vero problema, finora è sempre stato quello di costruire una macchina in grado di “maneggiare” il rompicapo abbastanza rapidamente, senza mandarlo in frantumi.

Hanno scelto di aggirare il problema praticando alcuni fori nella tessera centrale di ogni faccia, in modo da poter incastrare il motore, come una specie di chiave. Risolto questo problema, tutto il resto, a giudicare dal video sembra molto facile. Ora i due appassionati vorrebbero candidare la loro creatura per il record del mondo. Il miglior tempo che sono riusciti a ottenere finora è 1,019 secondi, quasi un quinto dell’umano più veloce.

Fonte foto copertina: Jay Flatland video