Il sindaco di Genova Marco Bucci cade a casa e si frattura sei costole. Auguri di pronta guarigione dal Partito democratico e dal Movimento 5 Stelle.

Incidente domestico per il sindaco di Genova Marco Bucci che in seguito ad una caduta ha rimediato la frattura di sei costole ed è stato ricoverato in ospedale salvo poi fortunatamente essere dimesso. Il primo cittadino di Genova dovrà comunque stare tre settimane a casa.

Genova, il sindaco Marco Bucci cade e si frattura sei costole

“A causa di uno svenimento improvviso (sindrome vagale) accadutomi nella notte tra martedì e mercoledì scorsi, sono caduto violentemente in casa sbattendo contro porte ed oggetti vari procurandomi la frattura di sei costole sul lato destro, di cui due scomposte, ed una incrinatura sulla vertebra C7. Sarò costretto a rimanere a casa per circa tre settimane con il collare di supporto, senza poter uscire e tantomeno partecipare a eventi”, comunica lo stesso Marco Bucci con un post pubblicato sulla propria pagina Facebook. Bucci ha poi voluto ringraziare il personale sanitario che lo ha assistito.

A causa di uno svenimento improvviso (sindrome vagale) accadutomi nella notte tra martedì e mercoledì scorsi, sono…

Posted by Marco Bucci per Genova on Sunday, May 16, 2021

Il ricovero e le dimissioni

Dopo la caduta Bucci è stato ricoverato in ospedale e poi dimesso. Il sindaco di Genova dovrà rimanere a casa per tre settimane, durante le quali continuerà a lavorare in smart working.

Ambulanza
Ambulanza

Gli auguri di pronta guarigione dal Pd e dal Movimento 5 Stelle

Il Partito democratico e il Movimento 5 Stelle hanno presentato i loro auguri al sindaco di Genova. Anche il Presidente della Regione Liguria Marco Toti ha voluto mandare un messaggio a Marco Bucci: ”Auguri di pronta guarigione al nostro sindaco Bucci: forza Marco, sono sicuro che questo ostacolo non ti fermerà e tornerai presto più forte e determinato di prima a lavorare per la tua Genova”.


Meloni: “Mi preparo a governare la nazione”

Nuovo decreto, oggi la cabina di regia. Dal coprifuoco ai matrimoni, le prossime riaperture