Confermato il primo caso di vaiolo delle scimmie registrato ad Arezzo, Biden: “dobbiamo essere preoccupati”.

Si tratterebbe del primo caso di vaiolo delle scimmie arrivato in Toscana, più precisamente ad Arezzo. L’uomo, 32 anni, stava tornando da una vacanza alle isole Canarie. Attualmente, l’uomo si trova ricoverato all’ospedale San Donato di Arezzo.

Le informazioni sono pervenute da una nota diffusa dalla Asl della Toscana Sud Est. Nella nota si legge: «Azienda e Istituto nazionale Spallanzani di Roma informano che un uomo di 32 anni di Arezzo rientrato nei giorni scorsi da una vacanza alle isole Canarie è risultato positivo al vaiolo delle scimmie. Ora è ricoverato presso il reparto di Malattie Infettive dell’ospedale San Donato. Si tratta di una persona rientrata in Italia il 15 maggio. Ha presentato rapidamente i sintomi della malattia».

esami analisi vetrino guanti mani provette

Si tratterebbe del primo caso in Toscana. La popolazione è in allarme: il Belgio è stato il primo paese europeo ad aver imposto una quarantena obbligatoria di 21 giorni nel caso in cui si contragga la malattia. Secondo quanto deciso dalle autorità del Belgio, tutti gli infetti dovranno mettersi in quarantena obbligatoria. Le autorità hanno preso la decisione in seguito a tre casi di vaiolo delle scimmie. Uno dei contagi è avvenuto nella città portuale di Anversa.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

I 12 paesi europei colpiti dal virus

Attualmente sono 12 i paesi in cui circola il vaiolo delle scimmie. Confermati 92 casi, mentre altri 28 sono sospetti. I paesi in cui il virus circola sono Australia, Belgio, Canada, Francia, Germania, Italia, Olanda, Portogallo, Spagna, Svezia, Regno Unito e Stati Uniti d’America.

Ancora non sono chiari i mezzi utilizzati dal virus per diffondersi. Per quanto riguarda i tre casi registrati in Italia, sarebbero ricollegabili al caso di una persona che rientrava dalle Canarie. Attualmente, gli Stati Uniti studiano un vaccino per debellare il virus.

Secondo il presidente americano Joe Biden, «Tutti dobbiamo essere preoccupati. I contagi potrebbero continuare ad espandersi».

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 23-05-2022


Ucraina: cosa nascondono i tatuaggi del Battaglione Azov?

Usa valutano invio di forze speciali a Kiev