Covid, gli impianti sciistici riapriranno in Zona Gialla e in Zona Arancione. La bozza al vaglio di Regioni, Governo e Comitato Tecnico Scientifico.

Presidenti delle Regioni in pressing sul governo nel tentativo di salvare per quanto possibile la stagione invernale con l’apertura degli impianti sciistici nonostante l’emergenza Covid.

Le linee guida per la settimana bianca ai tempi del coronavirus

Regioni, governo e Cts sono alle prese con una bozza contenente le linee guida per l’utilizzo degli impianti di risalita nelle stazioni e nei comprensori sciistici nella speranza di arrivare ad un compromesso tra necessità economiche e tutela della salute per salvare la tradizionale settimana bianca, sulla quale grava soprattutto il divieto di spostamento tra Regioni di colore diverso.

Impianti sciistici aperti nelle zone gialle e nelle zone arancioni. Stop a quelli in Zona Rossa

Stando alle ipotesi, gli impianti sciistici aperti saranno quelli che si trovano in zona gialla ed arancione. Nelle Zone Rosse gli impianti dovrebbero rimanere chiusi almeno per gli sciatori amatoriali, mentre l’accesso resta consentito per i professionisti.

Cervino
Cervino

Obbligo di indossare la mascherina sulle piste da sci

Gli impianti sciistici che riapriranno in emergenza Covid dovranno assicurarsi che vengano rispettate norme stringenti anti-contagio. Per quanto riguarda le Regioni in zona Gialla e in quella Arancione, gli sciatori hanno l’obbligo di indossare la mascherina.

Funivie e cabinovie al cinquanta per cento

Possibile quindi l’accesso agli impianti, ma per quanto riguarda funivie e cabinovie la capienza massima è fissata al 50%, mentre dovrebbe rimanere al 100% per quanto riguarda le seggiovie. Si potrà comunque viaggiare a pieno carico e solo per il tempo necessario nel caso di maltempo e quindi necessità di scendere.

Sciatrice neve montagna
Montagna

Ingressi contingenti agli impianti sciistici: limite di skipass giornalieri

Non solo. L’apertura degli impianti sciistici è condizionata dagli ingressi contingentati. Si dovrà dunque fissare un numero massimo di skipass giornalieri probabilmente a seconda delle dimensioni dell’impianto. Questo ovviamente per evitare che accedano alle piste più persone del consentito. Si dovrebbe procedere con l’acquisto on-line dei biglietti per evitare lunghe code n biglietteria.

Sì alla consumazione fuori dalle piste ma solo seduti al tavolo

Dovrebbe essere consentito consumare nei punti ai margini delle piste ma a condizione che la consumazione avvenga solo al tavolo, quindi con posto a sedere.

Governo contrario alla riapertura degli impianti

Tra il 22 e il 23 novembre è emersa a mezzo stampa la posizione del governo che sarebbe contrario alla riapertura degli impianti per evitare che possano ripetersi gli effetti causati dalle vacanze estive.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
coronavirus cronaca economia

ultimo aggiornamento: 23-11-2020


Uomo ucciso da uno squalo in Australia

Droga, operazione a Catania: carabinieri sgominano 12 piazze di spaccio