In Francia, pecore "studentesse" per salvare una classe scolastica
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

In Francia, pecore “studentesse” per salvare una classe scolastica

Scuola

Come quattro pecore sono state iscritte a scuola nel nord-est della Francia per evitare la chiusura di una classe.

In una mossa audace e decisamente originale, i genitori di una scuola situata a Nitting-Voyer-Hermelange, nel nord-est della Francia, hanno trovato un modo insolito per impedire la chiusura di una delle loro classi: iscrivere quattro pecore come alunni. Questo singolare evento è nato come forma di protesta contro una legge francese che impone la chiusura delle classi che non raggiungono un numero minimo di studenti.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

Scuola - Liceo
Scuola

La geniale risposta dei genitori alla legge scolastica

La scuola, che conta cinque classi, rischiava di vedere una di queste chiudere perché gli studenti iscritti erano soltanto 94. Al di sotto della soglia minima di 98 richiesta dal ministero dell’Educazione. I genitori, esasperati dalla possibilità di vedere compromessa l’offerta formativa per i propri figli, hanno optato per una soluzione estrema ma simbolica, iscrivendo gli ovini. Le pecore, battezzate con i nomi di John Deere, Valériane Deschamps, Phil Tondus e Marguerite Duprès, sono state ufficialmente registrate con tanto di dettagli burocratici, come l’indicazione dei “genitori”, l’indirizzo di residenza e la data di nascita.

Accoglienza e impatto dell’iscrizione delle pecore

L’accoglienza delle pecore a scuola non è passata inosservata: i nuovi “studenti” sono stati ricevuti con cartelli di benvenuto e una sistemazione adeguata in un recinto esterno. Questa iniziativa ha non solo attirato l’attenzione dei media locali, ma ha anche sollevato un dibattito più ampio sull’efficacia e sulla flessibilità delle normative scolastiche. Mentre alcuni vedono in questa protesta un gesto di puro simbolismo. Altri la considerano un esempio lampante delle sfide che le piccole comunità rurali devono affrontare nel mantenere vive le proprie istituzioni educative.

Questa storia evidenzia come, a volte, le soluzioni più creative emergano dalla necessità di confrontarsi con regolamenti che non tengono conto delle realtà locali specifiche. La situazione di Nitting-Voyer-Hermelange rimane un caso emblematico. Di come la comunità possa unirsi in modi inaspettati per sostenere l’istruzione e garantire che le opportunità educative restino accessibili anche nelle aree meno popolate.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 15 Maggio 2024 17:18

Sposa la donna della sua vita, ma è un uomo: l’amara scoperta 12 giorni dopo

nl pixel