Inchiesta camici, archiviata la posizione di Attilio Fontana su autoriciclaggio e false dichiarazioni nella voluntary disclosure.

MILANO – Si è conclusa con l’assoluzione l’indagine su Attilio Fontana per autoriciclaggio e per false dichiarazioni nella voluntary disclosure nell’inchiesta sui camici. Come riportato dal Corriere della Sera, il pm aveva chiesto una rogatoria alla Svizzera per avere dei chiarimenti su alcuni movimenti finanziari da parte del governatore della Lombardia.

Nella giornata di martedì 22 febbraio la decisione di accettare la richiesta del Gip e di conseguenza archiviare la posizione.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Il ruolo di Fontana

Le accuse di autoriciclaggio e falso in volontary erano emerse nelle scorse settimane. Secondo alcuni approfondimenti effettuati dalla Procura di Milano, Fontana aveva cercato di risarcire il cognato con un bonifico da 250mila euro. Soldi presi dal proprio conto in Svizzera. Un fondo del tutto lecito perché ereditato dalla madre morta a 92 anni.

Il presidente della Lombardia aveva utilizzato la legge sulla voluntary disclosure per rendere regolari i 5,3 milioni detenuti su quel conto da trust alle Bahamas nel 1997 e nel 2005.

Attilio Fontana
Attilio Fontana

Le indagini

Per avere maggiori informazioni su alcuni movimenti finanziari dello stesso Fontana, la Procura di Milano ha chiesto una rogatoria in Svizzera. Documento che potrebbe finire sul tavolo dell’eventuale processo.

I pm, comunque, hanno ribadito la massima collaborazione da parte della difesa di Fontana. Il governatore della Lombardia si è sempre detto disponibile a collaborare, se necessario anche con una presentazione spontanea. Una linea che ha sicuramente aiutato nella scelta dell’assoluzione.

Archiviata la posizione su Attilio Fontana

Nella giornata di martedì 22 febbraio, però, si è deciso di archiviare la posizione di Attilio Fontana per quanto riguarda la questione dei soldi in Svizzera. Si tratta sicuramente di una buona notizia per il governatore lombardo e soprattutto con questa decisione si chiude una pagina importante di questa vicenda e della pandemia.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 22-02-2022


Crisi Ucraina, Biden: “Inizio dell’invasione. Sanzioni durissime”

Di Maio sulla crisi in Ucraina: “Si riducono i margini per evitare la guerra”