Inchiesta de Le Iene sul premier Conte: i dettagli del servizio

Le Iene – Conte ha mentito su Alpa e concorso. Il premier: “Nessun conflitto di interessi”

Inchiesta de Le Iene sul premier Conte. Il programma televisivo annuncia un servizio sui presunti conflitti di interesse del primo ministro.

ROMA – Inchiesta de Le Iene sul premier Conte. Il giorno dopo l’informativa in Parlamento sul Mes il presidente del Consiglio potrebbe essere coinvolto in un nuovo caso. Ad alzare il ‘polverone’ è il programma televisivo che sul proprio sito ha annunciato un servizio dedicato ai presunti conflitti di interesse del primo ministro.

Una serie di documenti clamorosi – si legge nel breve articolo – che smentiscono tutte le versioni date sinora dal premier su questa storia“.

L’inchiesta de ‘Le Iene’ sul premier Conte

Il servizio sarà mandato in onda da Le Iene nella puntata di martedì 3 dicembre 2019 alle ore 21.15. Antonino Monteleone e Marco Occhipinti, secondo quanto anticipato dalla stessa trasmissione, sarebbero entrati in possesso di documenti esclusivi.

Queste carte smentirebbero quanto dichiarato dal premier Conte nelle ultime settimane sul rapporto professionale con Guido Alpa e sulla vicenda del concorso all’università. Una vicenda che già in passato ha provocato diverse polemiche tra maggioranza e opposizione. E non è escluso che questo servizio possa provocare una dura reazione da parte della Lega e di Matteo Salvini con il leader di via Bellerio che potrebbe convocare (ancora una volta) il presidente del Consiglio in Parlamento per avere dei chiarimenti sulla vicenda.

Giuseppe Conte
Fonte foto: https://www.facebook.com/Cameradeideputati/

La replica del premier Conte

Nessuna preoccupazione per il premier Conte che, ospite di photoANSA 2019, si è detto molto tranquillo: “E’ una questione un po’ vecchia – ha sottolineato il premier del Consiglio – che si trascina ormai da diverso tempo. Il professor Alpa viene perseguitato perché c’è stato questo concorso. Ho chiarito che mai c’è stato un conflitto di interesse, mai un’associazione professionale tra noi, mai un conto corrente comune, in merito al concorso da professore ordinario, hanno deciso all’unanimità i 5 commissari. Vedrò il servizio, se necessario preciseremo ancora in piena trasparenza“.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/Cameradeideputati/

ultimo aggiornamento: 03-12-2019

X