Incidente sul lavoro in provincia di Parma, uomo morto di 49 anni è morto dopo essere caduto da una impalcatura.

CASALTONE (PARMA) – Incidente sul lavoro in provincia di Parma nella giornata di lunedì 19 luglio 2021. Un operaio di 49 anni, per motivi ancora da accertare, è precipitato da un impalcatura nello stabilimento di Sorbolo della Buzzi Unicem a Casaltone.

Le condizioni sono sembrate da subito molto gravi e il personale medico ha autorizzato il trasferimento in ospedale per effettuare le prime cure. Il quadro clinico, però, era ormai compromesso e il decesso è stato accertato dai medici qualche ora dopo il ricovero. E’ stata aperta un’indagine per accertare meglio quanto successo e provare a ricostruire l’accaduto.

Operaio caduto da una impalcatura in provincia di Parma, morto

La ricostruzione di quanto successo è ancora al vaglio degli inquirenti. Secondo una prima ricostruzione, riportata da La Repubblica, l’operaio era impegnato in una operazione di dismissione di un macchinario della produzione quando, per motivi ancora da accertare, è precipitato dall’impalcatura.

Le sue condizioni sono sembrate subito molto gravi tanto che il trasferimento in ospedale è avvenuto in elisoccorso e i medici lo hanno portato subito in Rianimazione. Il quadro clinico, però, era ormai compromesso e il personale sanitario non ha potuto fare altro che constatare il decesso.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Ambulanza
Db Milano 07/10/2009 – Ospedale Niguarda / foto Daniele Buffa/Image nella foto: ospedale Niguarda ambulanza

Indagini in corso

La Procura ha aperto un’indagine per accertare meglio quanto successo e provare a capire se si è trattato di un incidente oppure non sono state rispettate alcune norme di sicurezza. I rilievi sul luogo dell’incidente sono stati fatti e si aspettano i risultati per accertare meglio quanto successo.

I punti da chiarire sono diversi e nei prossimi giorni ci potrebbero essere importanti novità sulla morte di questo operaio di 49 anni sul luogo di lavoro.

Ultraleggero precipitato a Fasano, due morti

Un ultraleggero con due persone a bordo è precipitato a Fasano nel pomeriggio di martedì 20 luglio. Come raccontato da La Repubblica, il velivolo era decollato da Bari molto probabilmente per una lezione di volo e poco dopo è precipitato al suolo. Per l’allievo e l’istruttore non c’è stato niente da fare. Alcuni testimoni hanno visto il mezzo tranciare un cavo della corrente elettrica, ma sono in corso tutti gli approfondimenti del caso.


Premier League, calciatore dell’Everton arrestato per abusi su minori

L’ex campione olimpico Antonio Rossi ricoverato per infarto