Il camionista è ritornato sull’incidente con Alex Zanardi: “Ho la certezza di non avere alcuna responsabilità. Ma l’incidente mi segnerà tutta la vita”.

ROMA – Il camionista a distanza di oltre un anno è ritornato sull’incidente con Alex Zanardi. “E’ stato un periodo molto duro – ha ammesso in un’intervista al Corriere della Sera, riportata da Fanpageanche se sapevo di non avere responsabilità sono stato malissimo. Ho continuato a sognare l’incidente, ho rivisto attimo dopo attimo il momento dello scontro, ho cercato di capire se avessi potuto evitarlo. Ho cercato una risposta e ho capito che c’era una sola possibilità: non essere lì quel giorno. Andavo piano, non potevo evitare l’impatto“.

Zanardi: “Spero di incontrare Alex”

In questa intervista il camionista ha ripercorso quel giorno. “La cosa che mi fa più soffrire – ha detto l’uomo – è avere la certezza che sarebbero bastati pochi secondi per evitare lo scontro. Io ho fatto tuto quello che mi era possibile fare e ho la certezza di non avere alcuna responsabilità. Ma questa cosa mi segnerà tutta la vita, non si può dimenticare anche se hai la coscienza pulita. Ci ho pensato mille volte, ma è stata una fatalità, quando deve succedere succede“.

Ho visto il gruppo davanti a me – ha aggiunto – e poi una persona, che non sapevo fosse Zanardi, perdere il controllo del mezzo. Spero di incontrarlo il prima possibile, di stringergli a mano e di abbracciarlo. Gli auguro tutto il bene possibile“.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

Alex Zanardi
Alex Zanardi

L’incubo per il camionista è finito

Un incubo durato un anno ed ora finito per il camionista. Il tribunale lo ha assolto e la famiglia non sembra essere intenzionata a presentare ricorso contro questa sentenza. Ora la moglie e il figlio di Alex vogliono dedicarsi al recupero del loro campione. La strada resta ricca di ostacoli, ma l’atleta non ha nessuna intenzione di smettere di lottare.


Il Covid non frena la sharing mobility. Boom per i monopattini

Aeroporti, aiuti pubblici per 800 milioni di euro: via libera dell’Ue