Incontro tra Gravina e la sottosegretaria Vezzali. Il presidente della Figc: “Possibile riapertura degli stadi prima di giugno”.

ROMA – Un incontro tra Gabriele Gravina e la sottosegretaria Vezzali per fare il punto sullo sport e valutare le possibili riaperture nelle prossime settimane. “Il sì agli Europei – ha ammesso il presidente della Figc, riportato da La Gazzetta dello Sportha creato speranza e opportunità. Io penso che ci siano buone possibilità per un ritorno dei tifosi anche prima di giugno. Una delle possibilità è la Coppa Italia insieme agli altri eventi che abbiamo in programma“.

Gravina: “Ripartire ma rispettare i tempi del Governo”

Da parte del presidente della Figc una posizione meno rigida rispetto al passato. “Noi vogliamo ripartire – ha sottolineato – ma tutto dipende dalla riapertura di tutti i settori. Bisogna rispettare i tempi e le cadenze del Governo“.

Gravina, inoltre, ha confermato la volontà della Federcalcio di vaccinare i giocatori della Nazionale prima degli Europei: “Abbiamo avuto delle rassicurazioni in merito. Stiamo raccogliendo tutti gli elementi perché anche i componenti del gruppo squadra rientrino fra coloro che dovrebbe essere vaccinate assieme a tutti gli atleti che faranno le Olimpiadi […]“.

Gabriele Gravina
Gabriele Gravina

Vezzali: “Lo sport ripartirà a maggio”

Il confronto ha preceduto la partecipazione di Valentina Vezzali alla presentazione delle SuperFinals di volley. “L’apertura ai tifosi dell’Europeo di calcio è un segnale che non si limita a questo mondo – ha assicurato l’ex schermitrice – in molti ci chiedono di riaprire e c’è tanta voglia di rialzarsi in piedi. Fino ad aprile non se ne parla, ma maggio potrebbe essere il momento di importanti novità. Ci stiamo lavorando, ma non posso dire di più“.

Parole che sembrano confermare l’ipotesi di una ripartenza dello sport nel prossimo mese. Un primo segnale di ripresa di un mondo messo in ginocchio dalla pandemia e dalle restrizioni per fermare la curva.

TAG:
calcio news

ultimo aggiornamento: 15-04-2021


Champions League, Manchester City e Real Madrid in semifinale

Serie A nel caos, sette club chiedono le dimissioni di Dal Pino