E’ stata aperta un’indagine da parte dell’Antitrust sul McDonald’s. L’azienda: “Nostra condotta lineare”.

ROMA – E’ stata aperta un’indagine da parte dell’Antitrust sul McDonald’s. Come riportato da La Repubblica, l’Autorità ha deciso di dare vita ad un approfondimento per accertare meglio eventuali condotte non regolari da parte della multinazionale per quanto riguarda l’ingresso nel sistema da parte di tanti imprenditori.

Per aprire un nuovo ristorante in regie franchising, l’azienda sottoporrà un contratto fitto di condizioni e clausole. Proprio questo passaggio ha portato l’Antitrust ad effettuare delle verifiche e non si escludono multe nelle prossime settimane nei confronti del colosso americano.

La formazione obbligatoria

Un altro passaggio finito nel mirino dell’Autorità è anche la formazione obbligatoria prevista dall’azienda prima di poter avviare un ristorante. Un periodo che va dai 6 mesi ai due anni senza retribuzioni in strutture già attive e, soprattutto, senza avere la certezza di poter diventare un affiliato alla fine di questa esperienza. Inoltre, per poter entrare a far parte di questo circuito sono previste delle clausole importanti. Bisogna subito versare una cifra a fondo perduto pari a 45mila euro, poi un canone fisso (da versare anche se il ristorante sarà in perdita), un canone variabile proporzionale al fatturato lordo annuale, un royalty per l’uso del Sistema McDonald’s pari ad almeno il 4% del fatturato annuo e infine un contributo alle spese pubblicitarie pari almeno al 4% del fatturato lordo mensile.

Una spesa media quindi che si aggira intorno a 800mila euro. Passaggi che hanno attirato l’attenzione dell’Antitrust e in futuro ci potrebbero essere delle sanzioni da parte dell’Autorità.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

McDonald's
fonte foto https://www.facebook.com/McDonaldsItalia/

L’azienda: “Nostra condotta lineare”

Come riportato da La Repubblica, l’azienda ha garantito che la sua condotta è lineare e possibile nelle prossime settimane un report completo all’Antitrust per spiegare il motivo di tutte queste richieste per poter entrare nel circuito McDonald’s. E, in caso di conferma di regole troppo rigide, potrebbe arrivare una sanzione economica.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/McDonaldsItalia/


Green Pass nelle mense, protestano anche i sindacati di polizia

Borse 18 agosto, mercati asiatici in positivo. Milano in rialzo