I sindacati di polizia contro il Green Pass nelle mense. Inviata una lettera al premier Draghi e ai ministri Lamorgese, Guerini, Cartabia e Franco.

ROMA – I sindacati di polizia contro il Green Pass nelle mense. Le immagini di agenti che mangiano per strada per l’assenza della vaccinazione ha portato le sigle sindacali a inviare una lettera al premier Draghi e ai ministri Lamorgese, Guerini, Cartabia e Franco per chiedere un incontro e trovare una soluzione comune.

E’ notorio – si legge nella missiva riportata da Avvenireche le occasioni di contatto, anche prolungato, non siano riscontrabili soltanto nei locali adibiti a mensa di servizio, ma soprattutto nei luoghi abituali di lavoro, nelle camerate, negli alloggi di servizio e, non da ultimo, nei penitenziari affollati“. A questo grido di allarme si sono aggiunti i sindacati della polizia penitenziaria che hanno parlato di misura “inadeguata e superficiale”.

I sindacati chiedono un incontro al Governo

I sindacati hanno chiesto un incontro al Governo per trovare una soluzione comune. Il premier Draghi nei prossimi giorni potrebbe convocare un tavolo con tutte le sigle per valutare come migliorare la misura. Non sembrano esserci in vista passi indietro, ma si potrebbe accettare la proposta di rendere gratis i tamponi per tutti i lavoratori. La misura non sembra convincere parte dell’esecutivo anche se sembra essere l’unico compromesso per evitare scioperi.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

GREEN PASS
GREEN PASS

Maggioranza divisa sul Green Pass

Green Pass che divide la maggioranza. Da un lato ci sono partiti che chiedono una estensione ancora maggiore di questo strumento (magari con una suddivisione per zone n.d.r.), dall’altra parte forze politiche che ribadiscono la necessità di rivedere l’utilizzo della certificazione ed eliminare l’obbligo nelle mense.

Una partita che molto probabilmente si risolverà nei primi giorni di settembre. Il premier Draghi, infatti, dovrebbe convocare una cabina di regia per valutare le misure da mettere in campo per l’autunno.


Enac, via libera a Ita dopo il volo di prova

McDonald’s, aperta indagine dall’Antitrust. La replica: “Nostra condotta lineare”