Dagospia, Mentana ha presentato le dimissioni a Cairo. Il giornalista smentisce.

ROMA – “Enrico Mentana ha presentato le dimissioni a Cairo“, è questa l’indiscrezione lanciata da Dagospia. Secondo quanto riportato dal sito internet, il direttore del telegiornale di La7 avrebbe deciso di fare un passo indietro dopo un piccolo litigio con Lilli Gruber.

Immediata la smentita del giornalista che ai microfoni dell’Adnkronos ha replicato a questa indiscrezione: “Quando ho letto la notizia mi sono fatto una risata, ci vediamo lunedì al telegiornale“.

Il motivo delle dimissioni secondo Dagospia

Un litigio con Lilli Gruber e Marco Travaglio. E’ questa la motivazione che, secondo Dagospia, avrebbe portato Enrico Mentana a presentare le dimissioni (non accettate) a Urbano Cairo. In particolare, il direttore del telegiornale di La7 non avrebbe apprezzato le dichiarazioni dei suoi colleghi sulla legittimità del premier Conte di criticare l’opposizione in conferenza stampa.

Indiscrezione che non ha mai realmente trovato conferme dai diretti interessati tanto che ai microfoni dell’Adnkronos Mentana ha smentito questa ipotesi. Il giornalista ha dato appuntamento in redazione per i telegiornali.

La situazione non dovrebbe avere un prosieguo in futuro ma non sono esclusi possibili colpi di scena visto che le parole di Mentana contro il premier Giuseppe Conte sono state criticate da molti nei giorni scorsi.

Enrico Mentana
Enrico Mentana

‘La Gazzetta dello Sport’ contro Cairo: ecco perché

Dimissioni o no, non è un momento semplice per Urbano Cairo. Nelle ultime ore La Gazzetta dello Sport ha pubblicato un comunicato attaccando il proprio editore. Una dura reazione da parte della redazione della Rosea alla decisione del proprietario del Torino di chiedere alla Lega di non far ripartire il campionato e contemporaneamente tagliare lo stipendio ai giornalisti.

Una doppia mossa che non è piaciuta ai suoi dipendenti. Il lavoro del quotidiano continuerà ma non sono esclusi degli scioperi in futuro contro l’imprenditore.

ultimo aggiornamento: 18-04-2020


Coronavirus, uno studio conferma: “In Italia 6 milioni di contagiati”

Coronavirus, come funziona l’app per il tracciamento dei contagiati