Inter, il calciomercato estivo inizia a portare i primi benefici

Inter, il mercato estivo porta i frutti sperati

Nella partita contro il PSV gli acquisti del calciomercato estivo nerazzurro hanno dimostrato di essersi integrati ulteriormente al resto della squadra

Quella portata avanti nel corso dell’estate è stata una campagna acquisti oculata quella portata avanti dal direttore sportivo nerazzurro Piero Ausilio e da tutta la società nerazzurra. Ogni acquisto, condiviso e programmato con Luciano Spalletti, oltre che ha rinforzare la rosa da un punto di vista numerico visto il ritorno in Champions League, ha portato anche la possibilità di una maggiore rotazione, garantendo – quanto meno – lo stesso rendimento di chi c’era già dalla passata stagione.

Nainggolan guida la ‘squadra’ dei nuovi

Dei nuovi acquisti, chi sembra essersi integrato al meglio è Radja Nainggolan. Il numero 14 nerazzurro, anche grazie alla sua esperienza con Spalletti sta iniziando a trovare la condizione fisica ideale dopo aver saltato la preparazione estiva a causa di un infortunio rimediato in amichevole. Oltre al centrocampista belga, chi sta facendo bene è Matteo Politano. L’ex Sassuolo, arrivato tra lo scetticismo dei tifosi nerazzurri, prestazione dopo prestazione sta convincendo tutti della bontà del suo acquisto e il gol di sabato sera contro il Cagliari è solo la dimostrazione più lampante. Non bisogna dimenticare poi Asamoah e De Vrij arrivati entrambi a parametro zero grazie all’ottimo lavoro da parte della società nerazzurra capace di sbaragliare la concorrenza.

Matteo Politano
fonte foto https://www.facebook.com/Inter/

Lautaro, Keita e Vrsaljko: c’è bisogno di voi

Detto di chi si è ambientato subito e meglio nell’Inter spallettiana, c’è però chi ha ancora bisogno di più di tempo per entrare bene nei meccanismi nerazzurri e stiamo parlando di Lautaro Martinez, Keita e Vrsaljko. Se il terzino croato ancora non ha potuto mettere in mostra il suo potenziale a causa di un infortunio che lo sta tenendo fermo ai box, il senegalese è quello che forse ha deluso maggiormente. Schierato titolare in sole due occasioni, non è riuscito al momento a dare quella marcia in più che ci si aspetta da lui. In difesa del numero 11 nerazzurro, c’è da dire che non è stato schierato nella sua posizione ideale e questo ha inciso, e non poco, sul suo rendimento in campo.

Discorso a parte merita Lautaro Martinez, che dopo un inizio col contagocce e l’infortunio che lo ha tenuto fuori, schierato titolare nella partita di sabato contro il Cagliari ha fatto intravedere i numeri che hanno convinto la società di Corso Vittorio Emanuele ad investire su di lui.

ultimo aggiornamento: 04-10-2018

X