Infortunio Diego Godin. Il difensore ha rimediato una distrazione muscolare del retto anteriore della coscia sinistra. Si temono venti giorni di stop.

Inizia con un infortunio la carriera di Godin all’Inter. Lo Sceriffo ha rimediato una lesione alla coscia e rischia di dover posticipare il suo esordio in Serie A.

Diego Godin
Fonte foto: https://www.facebook.com/Inter

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Infortunio Godin, il comunicato ufficiale dell’Inter

Lo stop per infortunio di Diego Godin è stato annunciato dall’Inter che ha diramato un comunicato ufficiale sulle condizioni del calciatore.

“Esami clinici e strumentali per Diego Godin all’Istituto Humanitas di Rozzano. Per il difensore distrazione muscolare del retto anteriore della coscia sinistra. Le condizioni saranno rivalutate di settimana in settimana”.

Per il tipo di infortunio riportato si ipotizzano venti giorni di stop per il pieno recupero delle condizioni ottimali.

La cattiva notizia è che il calciatore deve interrompere la preparazione ed entrerà in condizione con qualche giorno di ritardo.

Di seguito il tweet pubblicato dall’Inter con l’aggiornamento sulle condizioni di Diego Godin.

Venti giorni di stop

Per il calciatore si prevedono almeno venti giorni di stop ma le sue condizioni e i tempi di recupero saranno valutati di settimana in settimana. La speranza di Antonio Conte è ovviamente quella di avere il calciatore a disposizione in tempi brevi, ma il tecnico e lo staff medico nerazzurro non vogliono correre rischi. Un rientro anticipato potrebbe infatti portare a una ricaduta che costringerebbe il difensore a uno stop ancora più lungo.

Con ogni probabilità il calciatore sarà costretto a posticipare il suo esordio nella massima serie italiana costringendo il mister a rimaneggiare la rosa per far fronte a una perdita pesante nello scacchiere tattico nerazzurro.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

calcio news Inter

ultimo aggiornamento: 02-08-2019


Sportmediaset, il Wolverhampton su Kessié. Il Milan pensa a De Paul

Svolta epocale nel mondo del calcio: la Supercoppa europea arbitrata da una donna