Al via gli interrogatori dei carabinieri arrestati a Piacenza. L’Arma cambia i vertici, un segnale nei confronti dei cittadini.

Hanno preso il via gli interrogatori dei carabinieri arrestati a Piacenza. Gli inquirenti, dopo aver ascoltato i militari fermati, dovranno decidere se confermare lo stato di fermo o se rivedere la posizione di uno o più soggetti.

Gli interrogatori dei carabinieri arrestati a Piacenza

Il legale di Esposito, come riferito da la Repubblica, ha fatto sapere che il suo assistito ha ammesso di aver sentito il mondo crollargli addosso ma di essere estraneo alle accuse mosse nei suo confronti. Esposito è uno dei carabinieri arrestati con le accuse di pestaggi, torture, spaccio di sostanze stupefacenti. il militare ha risposto a tutte le domande.

L’interrogatorio di Daniele Spagnolo

Daniele Spagnolo, un altro dei carabinieri coinvolti, nel corso dell’interrogatorio, durato più di due ore, ha risposto a tutte le domande.

L’appuntato Giuseppe Montella

Nella giornata del 25 luglio è stato interrogato Montella, considerato come una figura chiave nel mosaico della Caserma dei Carabinieri di Piacenza al momento sotto sequestro.

Parlando con i giornalisti prima dell’interrogatorio, il legale dell’appuntato non ha escluso che il suo assistito possa rispondere a tutte le domande. All’uscita, come riportato dall’Adnkronos, l’avvocato ha rilasciato alcune beve dichiarazioni: “Si possono fare errori. Certe condotte possono avere rivelanza penale altre no. C’è stata una collaborazione completa“.

L’appuntato Cappellano non risponde

L’appuntato Cappellano ha deciso non di non rispondere alle domande dei giudici.

L’appuntato Falanga

Ha risposto, invece, l’appuntato Falanga con il suo legale che all’uscita ha precisato: “Si è dichiarato estraneo a ogni violenza e spaccio. Il pusher nigeriano non è stato picchiato, è caduto per terra durante l’inseguimento“.

Il comandante Orlando

Il comandante ha deciso di non rispondere ai giudici anche se lasciando il Tribunale, come riportato da La Repubblica, si è lasciato scappare queste parole: “Non ho mai avuto una sanzione disciplinare in trent’anni, le mie note caratteristiche sono eccellenti, quindi immaginate umanamente come io possa stare“.

Carabinieri
Carabinieri

Piacenza, cambiano i vertici

Intanto l’Arma ha deciso di dare un segnale forte di fatto azzerando i vertici locali procedendo con la sostituzione del comandante provinciale, del comandante del reparto operativo e del comandante del nucleo investigativo. I tre non sono coinvolti nell’inchiesta ma l’Arma ha deciso di mandare un segnale ai cittadini. I vertici provinciali sono stati azzerati in attesa che vengano definiti i contorni di una vicenda che rappresenta una macchia nella storia dell’Italia.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
carabinieri cronaca evidenza News Piacenza

ultimo aggiornamento: 27-07-2020


Roma, pino crolla su auto a piazza Venezia (FOTO)

Genova omaggia le vittime con un concerto-tributo (VIDEO)