Di Maio avverte l’Ue: “Pronti a superare il tetto del 3%”

Luigi Di Maio prende le distanze da Matteo Salvini: “Non vogliamo avere nulla a che fare con Orban”. E sui migranti: “Il governo non ha sequestrato nessuno, noi siamo per i ricollocamenti”.

Intervenuto ai microfoni de Il Fatto Quotidiano, il vicepremier Luigi Di Maio è tornato a parlare del programma di governo affermando di essere intenzionato ad andare avanti anche correndo il rischio di superare il tetto del 3% deficit/PIL. “Io voglio realizzare subito le tre misure principali del contratto di governo: superamento della legge Fornero, reddito di cittadinanza e flat tax. Superare il tetto del 3%? Non lo escludo, tutto può essere. Ma non possiamo dirlo ora, stiamo lavorando alla legge di Bilancio“.

Luigi Di Maio: “Il governo non ha sequestrato nessuno”

Luigi Di Maio ha poi affrontato il caso migranti che ha diviso l’Italia e l’Europa dopo le polemiche intorno alla nave Diciotti: “Il governo non ha sequestrato nessuno. Noi siamo per i ricollocamenti. Non vogliamo avere nulla a che fare con Orban, ma la sua posizione sul tema migranti è la stessa di Germania e Francia“.

Salvini e Di Maio
Fonte foto: https://www.facebook.com/Alessandro-di-Battista-Luigi-di-Maio-FANS-PAGE-provincia-Brindisi-847093732022844/

Di Maio: “Revoca della concessione ad Autostrade”

La revoca della concessione ad Autostrade procede ottimamente. Cosa puoi aspettarti da persone che come prima dichiarazione sulla tragedia di Genova hanno negato di avere colpe? Pensiamo a un nuovo soggetto ad hoc che gestisca quelle strade. Bisogna scegliere tra un modello statale o un altro composto da più soggetti regionali“, ha poi aggiunto il vicepremier pentastellato tornando sul caso del crollo del Ponte Morandi e sulla ricostruzione della struttura.

ultimo aggiornamento: 28-08-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X